QR code per la pagina originale

Microsoft e Minecraft aiutano a programmare

Microsoft ha predisposto un tutorial basato sul noto gioco Minecraft per insegnare ai più piccoli le basi della programmazione

,

Microsoft ha annunciato un tutorial sui concetti base della programmazione basato sul noto gioco Minecraft dedicato agli studenti ed agli insegnanti. Questo tutorial è stato realizzato come parte integrante dell’iniziativa “Hour of Code” che punta all’obiettivo di avvicinare nuovi utenti al mondo della programmazione e dell’informatica. Questo speciale tutorial spiega i concetti base della programmazione all’interno del divertente e colorato mondo di Minecraft ed è già disponibile all’interno del portale Code.org.

Microsoft ha sviluppato questo tutorial espressamente per i più piccoli, ragazzi dai 6 anni in su, o per tutti coloro che non hanno mai avuto accesso alle nozioni base della programmazione. Gli utenti potranno, dunque, accedere ai concetti base della programmazione giocando a Minecraft. La casa di Redmond ha, inoltre, predisposto 14 particolari sfide per permettere ai giocatori di applicare i concetti base della programmazione appresi durante il gioco. Microsoft supporterà “Hour of Code” organizzando moltissimi eventi dedicati in oltre 50 paesi in tutto il mondo. Gli eventi si terranno negli store Microsoft oppure direttamente all’interno delle scuole.

Trattasi di un programma molto interessante che permette davvero di avvicinare i ragazzi al mondo della programmazione offrendo loro le basi non solo per conoscere meglio il mondo dell’informatica ma anche per scoprire eventuali passioni che in un futuro potrebbero tramutarsi in una possibile opportunità lavorativa. Del resto, i numeri di questo programma confermano positivamente l’intuizione di Microsoft.

Dal momento del lancio di Hour of Code, oltre 100 milioni di studenti in oltre 180 paesi vi hanno partecipato scrivendo milioni di righe di codice. Il tutorial è accessibile liberamente da tutti e non richiede installazione ma solo un browser compatibile ed una connessione internet attiva.

Fonte: Windows Central • Notizie su: ,
Commenta e partecipa alle discussioni