QR code per la pagina originale

Samsung annuncia la tecnologia BRITECELL

La tecnologia BRITECELL permette di ottenere immagini più luminose, ridurre l'altezza del modulo fotografico e aumentare il numero di pixel.

,

Durante il Samsung Electronics 2015 Investors Forum, il produttore coreano ha presentato la nuova tecnologia BRITECELL per le fotocamere dei futuri smartphone. Come si può intuire dal nome, la principale novità è rappresentata dalla maggiore luminosità delle immagini rispetto a quelle che si ottengono con l’attuale tecnologia ISOCELL. Samsung ha inoltre ridotto la dimensione del modulo, aumentando allo stesso tempo la densità dei pixel.

La tecnologia BRITECELL permette di migliorare le prestazioni della fotocamera in presenza di scarsa illuminazione. Questo risultato è stato principalmente ottenuto eliminando il tradizionale schema Bayer, ovvero cambiando la disposizione degli elementi sensibili ai diversi colori. Dato che i pixel verdi possono bloccare una parte della luce che colpisce il sensore, Samsung ha sostituito i pixel verdi con pixel bianchi. Ciò ha consentito anche di realizzare un sensore con più pixel di dimensioni inferiori. Le fotocamere BRITECELL integrano fino a 20 milioni di pixel da 1 micrometro. L’altezza del modulo è stata inoltre ridotta del 17%, quindi la sporgenza sulla cover posteriore dovrebbe scomparire.

Samsung ha anche sviluppato una nuova tecnologia di elaborazione delle immagini, denominata Smart WDR. Il funzionamento è simile a HDR, quindi consente di avere foto più luminose e colorate, combinando scatti a diversi livelli di esposizione. Il nuovo sistema PDAF (Phase Detection Autofocus) permette la messa a fuoco rapida e precisa di oggetti molto lontani o in movimento.

Il produttore coreano non ha confermato nulla, ma si presume che i primi sensori BRITECELL verranno utilizzati nel Galaxy S7, il cui annuncio dovrebbe avvenire il 21 febbraio 2016.

Fonte: 9To5Google • Notizie su: ,