QR code per la pagina originale

Google Fit: novità per gli amanti del fitness

Nuove feature, integrazione con le app di terze parti e migliore supporto ai dispositivi indossabili per la piattaforma Google Fit dedicata agli sportivi.

,

La piattaforma per il fitness di bigG, Google Fit, è in continua evoluzione. Nata con lo scopo ben preciso di soddisfare le esigenze degli sportivi sfruttando le potenzialità dell’ecosistema mobile, si sta arricchendo pian piano di nuove funzionalità che la rendono sempre più completa e versatile, oltre che semplice da utilizzare. Le più recenti sono appena state annunciate dal gruppo di Mountain View con un post comparso sul blog ufficiale di Android.

L’update introduce un monitoraggio più preciso di parametri come il battito cardiaco, movimenti come sit-up, push-up e squat (mediante gli smartwatch con tecnologia Android Wear), oltre ad occuparsi di rilevare la qualità del sonno. L’app per smartphone mostra statistiche in tempo reale sulla distanza per le sessioni di corsa, per le camminate e per chi va in bici, registrando dati su velocità raggiunta, ritmo, percorso effettuato, dislivello e altro ancora. Come ogni personal trainer che si rispetti, l’obiettivo principale di Google Fit è quello di stimolare l’utente a svolgere regolarmente l’attività fisica, rendendo ogni allenamento un’esperienza non solo salutare, ma anche piacevole e divertente.

Le novità introdotte da Google Fit

Le novità introdotte da Google Fit

Altrettanto interessante è l’integrazione con le applicazioni di terze parti che si occupano di fornire consigli e suggerimenti per quanto riguarda nutrizione e riposo: tra queste figurano MyFitnessPal, Fatsecret, Lifesum e LoseIt. Lo stesso vale per alcuni dispositivi indossabili come Xiaomi Mi Band and Mi Band 1S, Sony Smartband 2 e Basis Peak, che attraverso una serie di sensori aiutano l’utente a monitorare costantemente alcuni parametri.

Google Fit e gli smartwatch Android Wear

Google Fit e gli smartwatch Android Wear

Nel mese di luglio Google ha introdotto alcune novità dedicate alla community di sviluppatori, come la possibilità di visualizzare nelle app la distanza percorsa e le calorie bruciate durante il giorno mediante la History API, oltre all’aggiornamento dell’informazione tramite la Recording API.

Fonte: Android Official Blog • Notizie su: