QR code per la pagina originale

Autodesk Fusion 360, design industriale con HoloLens

Autodesk ha avviato un progetto che prevede l'integrazione tra il visore HoloLens di Microsoft e il software per il design industriale Fusion 360.

,

In attesa di una versione più economica del visore, Microsoft offrirà HoloLens solo agli sviluppatori a partire dall’inizio del 2016. Tra i partner che hanno già testato la nuova tecnologia ci sono Volvo e Autodesk. La software house californiana ha pubblicato un video per mostrare l’integrazione tra HoloLens e Fusion 360, il tool cloud-based per il design industriale in 3D.

HoloLens è un visore per la realtà mista, in grado di portare oggetti virtuali nel mondo reale. Il computer olografico basato su Windows 10 può essere utilizzato in maniera autonoma, senza nessun collegamento al computer, in quanto integra tutti i componenti necessari all’elaborazione delle immagini digitali. Questa flessibilità di utilizzo può essere sfruttata in diversi settori, una dei quali è il design industriale e ingegneristico. Come si può vedere nel video, l’oggetto creato con Fusion 360 viene portato fuori dallo schermo e visualizzato nelle sue dimensioni effettive davanti agli occhi dell’utente.

Il progetto FreeForm avviato da Autodesk e Microsoft è nato con l’obiettivo di esplorare le possibilità di combinare HoloLens con il software Fusion 360. Le due aziende hanno sviluppato diversi prototipi e testato numerosi scenari di utilizzo, tra cui il lavoro collaborativo sullo stesso modello olografico. Nel video si vede, ad esempio, l’editing dell’oggetto olografico da parte di due ingegneri mediante le “air gesture”.

FreeForm è ancora in fase di sviluppo, ma HoloLens diventerà sicuramente il dispositivo preferito dei designer e dei progettisti industriali.