QR code per la pagina originale

Microsoft porta AOL in Italia

Microsoft porta AOL in Italia presentando la strategia per il mercato dell'advertising italiano

,

Microsoft ed AOL, dopo aver annunciato un accordo decennale di collaborazione in nove paesi, hanno presentato la loro strategia dedicata al mercato italiano che di fatto da il via libera all’entrata di AOL in Italia. Con l’obiettivo di innovare costantemente l’offerta del mercato pubblicitario, l’accordo tra Microsoft ed AOL offre nuove opportunità di vendita attraverso una partenership strategica tra la squadra che già gestisce le property online di Microsoft tra cui Windows, Skype, Outlook.com, Xbox LIVE, MSN e il team di Be On, la piattaforma di branded video syndication di AOL, in Italia da tre anni.

In particolare, nei dettagli, l’accordo tra Microsoft e AOL permette di andare a creare: uno tra i più ampi pubblici globali accessibile via desktop, mobile e video con oltre 512 milioni di visitatori unici al mese, e un’audience che comprende gli oltre 16 milioni di utenti mensili online di Microsoft, uno dei network italiani più attivi; la più grande Premium inventory con oltre 500 miliardi di impression mensili a livello mondiale e più di un miliardo e mezzo al mese in Italia; un’esperienza di buying chiara e semplice che integra i prodotti Microsoft con la proposta commerciale di AOL già consolidata sul mercato italiano da oltre tre anni; la possibilità di acquisto in modalità programmatica anche per mobile, video e display con l’arrivo della piattaforma ONE by AOL.

L’accordo tra Microsoft ed AOL risale allo scorso giugno 2015 ed è relativo alle operation della business unit advertising al fine di valorizzare ulteriormente l’offerta integrata degli asset di Microsoft sul fronte della comunicazione digitale, attraverso servizi e soluzioni utilizzati già da milioni di utenti in Italia, come MSN, Skype, Windows Phone, Windows, la piattaforma Xbox e Outlook.com.

La disponibilità di fondamentali tecnologie innovative e di contenuti di qualità permetterà quindi ad AOL di competere con gli altri player globali della comunicazione digitale attraverso un’offerta di servizi a 360 gradi di grande appeal sia per inserzionisti che per publisher.

Soddisfatta per il piano di sviluppo in Italia Christina Lundari, Managing Director AOL Italia, che al riguardo dichiara:

Offriamo un nuovo approccio ai nostri clienti attraverso soluzioni di marketing e comunicazione di alta qualità insieme all’acquisto in modalità programmatica, semplificando il modo in cui gli inserzionisti pianificano e traendo il massimo dalle nuove tecnologie per soddisfare le esigenze in continua evoluzione dei consumatori. Da oggi, inoltre, grazie all’arrivo di alcuni layer della piattaforma ONE by AOL estendiamo la nostra offerta anche ai publisher che potranno decidere di sfruttarla per raggiungere nuovi pubblici con la loro inventory monetizzandola in modo più efficiente.

Immagine: National Journal • Notizie su: ,
Commenta e partecipa alle discussioni