QR code per la pagina originale

Zuckerberg donerà il 99% delle azioni di Facebook

Mark Zuckerberg ha annunciato che nel corso della sua vita donerà il 99% delle sue azioni di Facebook in beneficenza pari a oltre 45 miliardi di dollari.

,

Mark Zuckerberg e la moglie Priscilla Chan hanno annunciato che doneranno il 99% delle loro azioni di Facebook, durante il corso della loro vita, in beneficenza. Questo clamoroso ed inatteso annuncio arriva contestualmente alla nascita di Max, primogenita della coppia. Trattasi dell’iniziativa filantropica più grande di sempre visto che attualmente il valore delle azioni del fondatore di Facebook è stimato nell’ordine dei 45 miliardi di dollari.

I dettagli delle donazioni non sono ancora stati chiariti, ma Mark Zuckerberg ha dichiarato che nei prossimi tre anni effettuerà ogni anno una donazione di non più di un miliardo di dollari (dilazionando così il proprio impegno per il resto della propria carriera). Questo significa, anche, che Mark Zuckerberg non ha intenzione di lasciare Facebook e che ne manterrà il controllo nel corso dei prossimi anni. Il progetto di beneficienza che la coppia ha in mente si pone due obiettivi precisi: promuovere il potenziale umano e la parità. All’interno di una lunga nota scritta in occasione della nascita del figlio (sotto forma di lettera indirizzata al figlio stesso), il CEO di Menlo Park ha evidenziato come la società, oggi, ha l’obbligo di investire per migliorare la qualità della vita di tutti, anche delle future generazioni. Questo perché, evidenzia Mark Zuckerberg, non sempre oggi si investe nel risolvere i problemi che le generazioni future dovranno affrontare. Un modo per estendere al mondo le cure che papà Zuckerberg si ripromette per la neonata Max, insomma. Con una donazione che molto potrebbe fare per segnare il nome degli Zuckerberg nella storia.

Questa clamorosa iniziativa di beneficenza voluta da Mark Zuckerberg e la moglie Priscilla Chan si inserisce in una serie di progetti dedicati al prossimo in cui la coppia è già impegnata. Per esempio, lo scorso anno Zuckerberg si è impegnato a raccogliere e devolvere 25 milioni di dollari per la lotta contro la piaga dell’ebola con l’obiettivo esplicito di impedire una grande crisi sanitaria. Zuckerberg ha anche donato individualmente 100 milioni di dollari per il sistema scolastico pubblico di Newark, anche se una parte significativa del denaro è stata inghiottita da inefficienze burocratiche.

Alcuni degli obiettivi dell’iniziativa si allineano anche con il progetto di Facebook Internet.org che punta a voler connettere tutto il mondo, sebbene anche in questo caso le finalità benefiche sono state in larga parte riassorbite dalle polemiche relative al modo in cui Facebook colonizza, invece di favorire, le aree povere del pianeta.

Il progetto benefico di Mark Zuckerberg e la moglie Priscilla Chan presenta, infine, molte somiglianze con quanto fatto dalla Bill e Melinda Gates Foundation che dal 2000 ha raccolto e donato oltre 44 miliardi di dollari. Mentre Bill Gates (ormai sessantenne) dedica le proprie risorse ai vaccini ed alla sostenibilità, Mark Zuckerberg sembra aver espresso al momento più che altro una dichiarazione di intenti. Una pregevole dichiarazione di intenti, in direzioni ancora vaghe, ma fin da subito condite dal supporto sostanziale di 45 miliardi di dollari.

Cuore di papà.

Fonte: Facebook • Via: The Verge • Immagine: Facebook • Notizie su: ,