QR code per la pagina originale

Dispositivi ibridi, futuro roseo per Microsoft

IDC prevede una maggiore diffusione dei tablet con tastiera staccabile, quindi Microsoft aumenterà la sua quota di mercato con la linea Surface e Windows.

,

Dopo tre trimestri negativi, le consegne dei tablet continueranno a diminuire. Secondo IDC, il numero totale raggiungerà le 211,3 milioni di unità entro fine anno con un calo dell’8,1% rispetto al 2014. Nonostante ciò, la società di analisi ha previsto un incremento per i dispositivi ibridi, la particolare categoria di prodotti caratterizzati dalla presenza di una tastiera staccabile. E in questo settore, il vincitore sarà Microsoft.

I tablet sono sempre stati visti come dispositivi per “consumare” i contenuti. Nel corso degli anni, però, i modelli di piccole dimensioni sono stati cannibalizzati dai phablet, ovvero dagli smartphone con schermo superiore ai 5,5 pollici. I produttori hanno quindi deciso di incrementare la dimensione dei tablet e di aggiungere una tastiera. I dispositivi ibridi, che possono sostituire i notebook, diventano sempre più popolari perché permettono di creare contenuti e incrementare la produttività. IDC prevede che la quota di mercato per questi prodotti raddoppierà nel 2016 con aumento del 75% rispetto al 2015.

I dati di IDC indicano chiaramente un netto calo per i tablet con display compreso tra 7 e 9 pollici. Il market share è passato dal 64,1% del 2014 al 57,7% del 2015 e sarà pari al 43% nel 2019. La quota di mercato per i modelli con display compreso tra 9 e 13 pollici è invece in costante aumento: 35,8% (2014), 41,9% (2015) e 55,1% (2019). Infine, per i tablet con display tra 13 e 16 pollici è previsto un incremento fino al 2% nel 2019.

Per quanto riguarda, invece, i sistemi operativi, IDC prevede una maggiore diffusione dei dispositivi Windows, che raddoppieranno la quota attuale, raggiungendo quasi il 20% nel 2019. La strategia di puntare sulla linea Surface verrà dunque premiata dal mercato. Microsoft offre oggi il Surface Pro 4 (tablet che diventa un laptop) e il Surface Book (laptop che diventa un tablet), entrambi basati su Windows 10. Anche Apple ha ingrandito il suo tablet, ma l’iPad Pro esegue un sistema operativo mobile. Android conserverà la leadership del mercato, ma la quota scenderà sotto il 60%.

Commenta e partecipa alle discussioni