QR code per la pagina originale

Natale 2015, idee regalo: quale smartband?

Il mercato degli indossabili è molto affollato, quindi è possibile trovare lo smartband preferito, in base al prezzo, al design e all'attività fisica.

,

Anche se molti smartwatch consentono di registrare l’attività fisica, utilizzando i vari sensori integrati, uno smartband è sicuramente la soluzione più adatta in termini di rapporto qualità/prezzo. Sul mercato ci sono numerosi modelli per ogni fascia di prezzo, quindi è abbastanza semplice cercare quello da regalare a Natale. Come sempre il primo “filtro” da applicare è il prezzo, in funzione del budget disponibile. La scelta è vincolata anche dalla preparazione atletica del destinatario. Un tipo sedentario non ha bisogno di un prodotto per sport estremi.

Speciale: Natale 2016

Le funzionalità offerte dai modelli sul mercato sono più o meno le stesse: contapassi, distanza percorsa, calorie bruciate, battiti cardiaci, qualità del sonno e notifiche. Cambiano però i componenti interni (i più evoluti integrano un modulo GPS), i materiali e il design. Il re degli smartband è sicuramente lo Xiaomi Mi Band, in vendita a circa 15 euro. Gli utenti che possiedono uno smartphone del produttore cinese possono usarlo anche per sbloccare lo schermo. Il nuovo Mi Band Pulse non è ancora disponibile in Italia.

Fitbit offre invece vari modelli: Flex (100 euro), Charge (130 euro), Charge HR (150 euro) e Surge (250 euro). Solo gli ultimi due misurano i battiti cardiaci, mentre il Surge ha inoltre un display touch e il GPS. Il catalogo di Jawbone, concorrente principale di Fitbit, include invece cinque modelli. Sullo store europeo si trovano gli UP3 (180 euro), UP2 (120 euro), UP (80 euro) e UP24 (130 euro). Manca il recente UP4.

Garmin realizza diversi smartband, alcuni dei quali indirizzati ad utenti che praticano discipline specifiche. I modelli per tutti sono quelli della serie vivo (vivofit, vivofit 2, vivosmart, vivosmart HR e vivoactive) con prezzi compresi tra 89 e 249 euro. Tutti funzionano come fitness tracker, registrando i dati dell’attività fisica, ma solo i vivosmart e il vivoactive mostrano le notifiche. Quest’ultimo integra anche il GPS e offre funzioni specifiche per ciclismo, nuoto e golf.

Anche Samsung produce uno smartband, ma per sfruttare appieno il suo Gear Fit (circa 120 euro) occorre uno smartphone Galaxy. Molto meglio, invece, il Sony SmartBand 2 (129 euro), compatibile con Android e iOS. Il prodotto più avanzato in assoluto è il Microsoft Band 2. Il nuovo indossabile dell’azienda di Redmond non è disponibile ufficialmente in Italia, ma può essere acquistato su Amazon UK a circa 280 euro. La seconda versione è più ergonomica, grazie al display curvo, integra un totale di 11 sensori ed è compatibile con Android, iOS, Windows Phone 8.1 e Windows 10 Mobile.

Commenta e partecipa alle discussioni