QR code per la pagina originale

Windows 10 IoT, arriva la versione Core pro

Microsoft aggiorna Windows 10 IoT, la piatatforma per le Internet of Things, con tante novità e l'arrivo della versione Core Pro

,

Windows 10 è stato sviluppato per funzionare su un vastissimo range di hardware, dai PC, passando per gli smartphone sino alle console. Una delle declinazioni di Windows 10 che sta passando maggiormente in sordina è Windows 10 IoT, quella pensata per il mercato delle Internet of Things. Il fatto che sia poco reclamizzata non significa però che non sia considerata adeguatamente da parte di Microsoft.

La casa di Redmond ha, infatti, pubblicato un lungo post dove mette nero su bianco alcune importanti novità che riguardano i makers e tutti coloro che realizzano prodotti per le Internet of Things. Windows 10 IoT, nonostante sia una versione ridotta di Windows 10, presenta tutte le principali peculiarità del fratello maggiore per PC portando con se benefici soprattutto lato sicurezza aggiungendo supporti alla connettività machine-to-machine e machine-to-cloud. I dispositivi Windows 10 IoT potranno, così, dialogare perfettamente con tutti i servizi cloud come Microsoft Azure.

Le due aree in cui Microsoft si sta concentrando in questo momento sono la commercializzazione di Windows 10 IoT e miglioramenti alla piattaforma in termini di performance attraverso varie configurazioni hardware. La casa di Redmond già oggi offre gratuitamente Windows 10 IoT Core che dispone di aggiornamenti automatici ma adesso annuncia Windows 10 IoT Core Pro SKU per gli OEM che si caratterizza per la possibilità di controllare gli update attraverso Windows Server Update Services. Microsoft ha, inoltre, creato un processo di commercializzazione per consentire alle prime aziende che adotteranno la piattaforma di accedere a Windows 10 IoT core attraverso licenze commerciali royalty free.

Inoltre, Windows 10 IoT sarà offerto come parte del servizio Raspberry Pi attraverso Raspberry Pi Trading and Element 14. In questo modo sarà possibile per gli OEM utilizzare hardware creato dai maker per la produzione dei loro prodotti.

Microsoft sta aggiungendo il supporto a nuove componenti hardware per migliorare le prestazioni, la gestibilità e l’accesso alle periferiche della piattaforma. Infine, Microsoft sta lavorando per rendere più facile la realizzazione di applicazioni universali utilizzando la piattaforma software ed hardware di Arduino e Visual Studio.

Per chi volesse approfondire le moltissime novità tecniche per la piattaforma per le Internet of Things di Microsoft, il suggerimento è quello di leggere con attenzione il post ufficiale della casa di Redmond.

Fonte: WinBeta • Notizie su: , ,
Commenta e partecipa alle discussioni