QR code per la pagina originale

Microsoft: Edge diventa, in parte, open source

Microsoft rende il motore di rendering di Edge, Chakra JavaScript, open source con l'obiettivo di ottimizzarlo rapidamente grazie agli sviluppatori

,

Microsoft ha deciso di rendere una parte del browser Edge open source. Come più volte rumoreggiato nei mesi scorsi, la casa di Redmond ha adesso ufficializzato la volontà di aprire il cuore del browser di Edge a tutti quanti. In particolare, Microsoft rilascerà il cuore del motore di rendering JavaScript di Edge, Chakra JavaScript, attraverso GitHub con il nome di ChakraCore. Questo motore di rendering, nato nel 2008, è stato sviluppato per offrire elevate prestazioni a partire da Internet Explorer 9 ed adesso fa parte del nuovo ed esclusivo browser di Windows 10.

La scelta di aprire una parte di Edge alla comunità open source è assolutamente logica. Microsoft si aspetta, infatti, che grazie alla disponibilità di ChakraCore su GitHub, sviluppatori indipendenti e produttori come Intel ed AMD possano lavorare per aiutare nello sviluppo di questo motore di rendering. Del resto, con il crescente utilizzo di librerie JavaScript, Microsoft ha lavorato duramente per migliorare il suo motore di rendering Chakra ritenendo, però, adesso, che la strada migliore per accelerare sul suo sviluppo sia quella dell’open source. La società ha rivelato che la versione iniziale di ChakraCore sarà solo per Windows, tuttavia, per il futuro arriveranno supporti per ulteriori piattaforme.

A partire da gennaio, gli sviluppatori interessati potranno mettere mano al codice sorgente di ChakraCore con il fine di fornire a Microsoft quanti più feedback possibile per la sua evoluzione. Tuttavia, al momento la casa di Redmond non ha fornito particolari priorità operative o settori preferenziali a cui gli sviluppatori dovranno lavorare.

Microsoft, con questa scelta, conferma ancora una volta il completo cambio di strategia rispetto al passato. Grazie al CEO Satya Nadella, adesso Microsoft è molto più aperta ed innovativa rispetto al passato quando le aperture verso le community degli sviluppatori erano molto rare.

Fonte: Neowin • Notizie su: , ,