QR code per la pagina originale

Google Foto: arrivano gli Album Condivisi

La piattaforma Google Foto, come promesso, si arricchisce della funzionalità Album Condivisi (Shared Albums in inglese), attiva su Android, iOS e Web.

,

A fine settembre il gruppo di Mountain View ha annunciato l’arrivo di alcune funzionalità inedite riguardanti il servizio Google Foto. Una di queste debutta oggi in via ufficiale: si tratta degli Album Condivisi (o Shared Albums per dirla all’inglese), una caratteristica che ha appunto l’obiettivo di semplificare la creazione e la condivisione di più immagini o video con una sola operazione, semplice, veloce e alla portata di tutti.

La feature è già attiva sulla versione Web del servizio (come visibile nello screenshot allegato a fondo articolo) e sarà introdotta a breve anche nelle applicazioni per dispositivi Android e iOS. La novità più importante rispetto al passato è quella che permette anche a chi non ha creato l’album di contribuirvi, aggiungendo i propri elementi, sia fotografie che filmati. Una volta eseguito l’upload, le altre persone coinvolte ricevono una notifica, in tempo reale, così da poter guardare immediatamente cosa è stato caricato e da chi. Si tratta dunque, a tutti gli effetti, di un’aggiunta che rende le raccolte collaborative oltre che condivise.

Creare un Album Condiviso è molto semplice: basta selezionare gli elementi interessati, premere il pulsante relativo alla condivisione e selezionare la voce “Nuovo album condiviso”, come mostrato di seguito. A quel punto non resta che specificare quali persone coinvolgere e il gioco è fatto. La procedura è la stessa su smartphone, tablet, laptop e computer desktop. Si tratta dunque dell’ennesima evoluzione di una piattaforma, Google Foto, che sebbene sia stata lanciata solo quest’anno si sta già dimostrando capace di gestire in modo avanzato e funzionale le raccolte multimediali degli utenti.

L'opzione per gli Album Condivisi nella versione Web di Google Foto

L’opzione per gli Album Condivisi nella versione Web di Google Foto

Fonte: Google Official Blog • Notizie su: