QR code per la pagina originale

Google: Now on Tap arriva in Italia su Android

Una delle funzionalità più interessanti di Marshmallow fa il suo debutto ufficiale nel nostro paese: Now on Tap arriva sui dispositivi con Android 6.0.

,

A fine maggio, il gruppo di Mountain View ha annunciato alcune novità legate al proprio assistente virtuale Google Now. Una di queste, chiamata Now on Tap, permette di trovare informazioni in base al contesto (dell’app utilizzata, del sito visitato, della canzone ascoltata ecc.) semplicemente con un tocco prolungato sul pulsante Home. Oggi la feature fa il suo debutto ufficiale in Italia: nel nostro paese si chiama Now Ovunque. Questa la descrizione fornita da bigG.

Con Now Ovunque, puoi ricevere rapidamente informazioni senza uscire dall’app che stai utilizzando tenendo premuto il pulsante Home. A Google verrà chiesto di mostrarti dettagli, app e azioni correlati agli elementi visualizzati sullo schermo. Prova la funzione con luoghi, persone, film e non solo.

Come spesso accade in questi casi, il rollout è graduale e impiegherà qualche giorno prima di interessare tutti gli utenti. Una doverosa precisazione: Now on Tap è disponibile esclusivamente su smartphone e tablet equipaggiati con il sistema operativo Android 6.0 Marshmallow, dunque con Nexus 5X, Nexus 6P e con gli altri device che hanno già ricevuto un aggiornamento alla nuova piattaforma. Qualcuno segnala la possibilità di forzarne l’attivazione impostando temporaneamente la lingue inglese sia per il sistema che per Google Now. Il consiglio è comunque quello di attendere, poiché la funzionalità sarà abilitata a breve per tutti.

La conferma delle voci riportate online arriva dalle pagine del supporto ufficiale, dove l’italiano è incluso nell’elenco delle lingue supportate da Now Ovunque. Non resta dunque che controllare se la feature risulta già accessibile: basta effettuare un tocco prolungato sul pulsante Home, da qualsiasi schermata.

Attualmente Now Ovunque è disponibile in inglese, giapponese, tedesco, spagnolo, italiano, francese, coreano e russo.

Fonte: Google • Notizie su:
Commenta e partecipa alle discussioni