QR code per la pagina originale

Natale 2015 tra giradischi e letame di mucca

Natale 2015 all'insegna del regalo originale, insolito oppure outsider: in Occidente spopolano online i giradischi, mentre in India il letame bovino.

,

Non si può dire che il Natale 2015 non verrà ricordato come quello del dono originale. È quanto svelano le prime analisi sul traffico generato dai siti di eCommerce: accanto ai regali più canonici, dagli abiti agli utensili per la casa, sono gli outsider a conquistare la prima posizione del podio. Il dono più ambito per le feste appena trascorse è infatti il giradischi, pronto a confermare un sempre più crescente ritorno alla passione per il vinile. Ma la palma d’oro per l’originalità spetta all’India, dove nelle ultime ore sta andando letteralmente a ruba un prodotto insolito, almeno in Occidente: il letame bovino.

Scartati i pacchi trovati sotto l’albero, come ogni anno è tempo di classifiche. Quasi tutti i portali di commercio online, con Amazon in prima fila, pubblicano in questi giorni le classifiche dei cosiddetti “most wanted”, gli oggetti più richiesti e venduti in concomitanza con il Natale. E mentre Flurry già sottolinea come sul fronte dei device mobile sia Apple ad aver sbaragliato la concorrenza, per le altre categorie merceologiche vi è davvero una scelta variegata e sorprendente, molto più di quanto non sia accaduto nelle precedenti tornate festive. A partire dai tanto amati, e sempre più in voga, vinili.

MP3 addio: la musica è a 33 giri

Giradischi Jensen

Giradischi Jensen (immagine: Amazon).

Scorrendo la lista dei regali più originali scelti dagli utenti su Amazon, tra riconferme nell’universo tablet con i dispositivi della famiglia Fire e gli SDD Samsung in quella business, l’attenzione non può che essere colta dalla sezione relativa all’audio. A catalizzare l’attenzione dei consumatori non è l’ultimo modello di altoparlante Bluetooth, né un player multimediale tuttofare: gli utenti eleggono un giradischi come prodotto più amato delle feste. Si tratta del Jensen JTA-230 3-Speed Stereo Turntable, un esemplare di media fascia, nato principalmente per assecondare sia chi si avvicina per la prima volta all’universo dei vinili, che gli appassionati in cerca di uno strumento che possa coniugare il fascino della puntina con quello dei formati digitali. Il piatto in questione, infatti, oltre a prevedere le tre canoniche velocità a 33, 45 e 78 giri, vede l’inclusione di una porta USB e di altoparlanti integrati. Un fatto che permette non solo di ascoltare i propri file digitali o di convertire un disco in proprio possesso, ma anche di evitare i non sempre semplicissimi collegamenti con lo stereo di casa, anche perché i giradischi meno recenti hanno spesso bisogno di un preamplificatore per poter essere adattati agli impianti moderni.

La prima posizione occupata da un giradischi, per quanto rivolto più all’universo consumer che a quello degli appassionati irriducibili, è certamente significativo della rimonta del vinile su altri formati. Qualche tempo fa, infatti, è emerso come gli introiti del 2015 dalla vendita di dischi abbiano superato quelli dello streaming, per un ritorno alle origini della musica. Secondo i consumatori, l’esperienza d’ascolto garantita da un vinile sarebbe impareggiabile rispetto ai formati digitali, sia per un suono definito più profondo e caldo, che per la dedizione richiesta dall’ascolto stesso: non si tratta di una fruizione immediata ed estemporanea, ma richiede una certa cura della riproduzione, la preparazione del giradischi, l’attenzione nel non rovinare quel titolo ambito magari acquistato dopo lunghe perlustrazioni di mercatini.

Letame bovino: il must-have in India

Mucca nel prato

Mucca nel prato (immagine: Mucca via Pixabay).

Come spesso accade, anche il Natale 2015 ha rappresentato il momento ideale per le notizie curiose, in particolare un trend proveniente dall’India. Una richiesta così singolare e insolita, almeno agli occhi dei lettori occidentali, tanto da diventare virale sulle piattaforme social. Secondo quanto riportato da alcune fonti locali, pare che il prodotto più richiesto sui siti di eCommerce sia il letame di mucca. Gli escrementi di bovino, essiccati e mescolati con della paglia, sono solitamente preparati dalle donne nelle zone rurali e vengono impiegati per alimentare i fuochi, anche come punto luce all’aperto. Disponibili sui più popolari portali sin dalla fine di ottobre, così come riporta il San Francisco Gate, sarebbero particolarmente richiesti in occasione delle celebrazioni del Diwali, la festa delle luci. Online, una confezione da 11 elementi di circa 200 grammi viene venduta a 99 rupie, pari a 1.3 euro. E pare che le scorte stiano andando letteralmente a ruba, con una domanda in crescita giorno dopo giorno.