QR code per la pagina originale

Microsoft progetta una SIM Card per Windows 10 (update)

Microsoft starebbe lavorando ad una sua SIM Card per offrire servizi di connettività LTE ai suoi dispositivi Windows 10; ancora inediti i dettagli

,

Microsoft starebbe lavorando ad una sua SIM Card dedicata esclusivamente ai suoi prodotti Windows. Sebbene la società non abbia fatto nessuna menzione ad un progetto simile, all’interno del Window Store ha fatto la sua apparizione l’applicazione “Cellular Data” che suggerisce, invece, che Microsoft stia lavorando ad un suo servizio di connettività LTE. L’applicazione, già presente anche nella declinazione italiana del Windows Store, non può essere ancora installata e dunque non è possibile scoprirne i dettagli.

Tuttavia, la descrizione della scheda dell’app chiarisce già molti dubbi e permette di comprendere come Microsoft stia lavorando ad un servizio di connettività LTE che permetta ai suoi utenti di accedere alla rete mobile senza possedere un contratto con un operatore. Ovviamente, il servizio sarebbe esclusivamente dedicato ai prodotti basati su Windows 10. Non è chiaro come la società intenda commercializzare questa SIM, se cioè seguirà la strada intrapresa da Apple, o se diventerà un vero e proprio operatore virtuale (operando alla stregua del Project Fi di Google). Sconosciuti anche gli eventuali prezzi. L’unico dato davvero certo è che presto Microsoft potrebbe annunciare la sua prima SIM mobile.

Desideri un sistema pratico e affidabile per restare connesso a Internet ovunque ti trovi, anche quando non è disponibile una connessione Wi-Fi? L’app Cellular Data ti consente di connetterti a una rete attendibile e disponibile a livello nazionale usando semplicemente il tuo account Microsoft. Puoi connetterti con un piano Cellular Data (ed effettuare il pagamento) nel tuo dispositivo Windows 10 usando solo le informazioni sul tuo account Microsoft. In questo modo, puoi evitare di avere un contratto fisso e un impegno a lungo termine con il tuo operatore. Ora puoi acquistare e usare un piano dati in base alle tue esigenze. Si tratta del modo più semplice per connetterti a Internet usando una rete nazionale attendibile. Acquista un piano tramite Windows Store ovunque è disponibile la copertura di rete. L’app Cellular Data ti consente di connetterti in qualsiasi momento con una connessione cellulare sicura e ad alta velocità. Questa app è progettata per l’uso esclusivamente con specifici dispositivi Windows 10 e richiede una scheda SIM Microsoft. Il servizio è disponibile solo in alcuni mercati e le offerte sono riservate ai piani nazionali: le offerte per il roaming internazionale saranno presto disponibili.

Per Microsoft offrire un servizio di connettività LTE on demand permetterebbe di arricchire la sua offerta garantendo ai suoi clienti un servizio a 360 gradi in tutto il mondo, consentendo a loro di poter accedere alla rete in ogni momento e senza doversi legare ad onerosi contratti con i provider.

Update:

Grazie a MVNONEWS è stato possibile scoprire che Microsoft si appoggerà a Transatel, principale MVNE (Mobile Virtual Network Enabler) europeo, per fornire i suoi servizi di connettività ai dispositivi Windows. In particolare, la casa di Redmond utilizzerà la soluzione SIM 901 per diventare sostanzialmente un operatore virtuale specializzato nella sola fornitura di connettività dati.

All’interno di un comunicato dell’azienda di telefonia, è presente anche una dichiarazione di Eric Lockard, Corporate VP di Microsoft, che evidenzia come la casa di Redmond voglia promuovere la connettività mobile da utilizzare in parallelo a quella WiFi per rendere più facile collegarsi ad internet in ogni momento ed in ogni luogo. I consumatori potranno così, molto presto, acquistare i piani prepagati che Microsoft offrirà per tutti i dispositivi Windows 10 compatibili.

Grazie alle soluzioni di Transatel, Microsoft potenzialmente potrebbe offrire i suoi servizi in 38 Paesi tra cui Bielorussia, Belgio, Bulgaria, Cambogia, Costa d’Avorio, Cipro, Danimarca, Egitto, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, India, Irlanda, Islanda, Israele, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malesia, Malta, Messico, Nuova Zelanda, Norvegia, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Romania, Serbia, Singapore, Spagna, Svezia, Svizzera, Taiwan, Tailandia, Turchia, UK e USA.

Commenta e partecipa alle discussioni