QR code per la pagina originale

Ecommerce: ecco la piattaforma per le controversie

L'Unione Europea attiva la piattaforma per le controversie online che permetterà di gestire le controversie sugli acquisti online in pochi click

,

Per i consumatori arrivano nuove tutele per gli acquisti online. A partire dallo scorso 9 gennaio è entrata in funzione la nuova piattaforma per le controversie online voluta dalla Commissione Europea. Tutti gli organismi degli Stati membri per le risoluzioni alternative delle controversie potranno accreditarsi immediatamente, mentre i consumatori potranno accedere alla piattaforma a partire dal prossimo 15 febbraio 2016.

Lo scopo di questa piattaforma è quello di rendere le controversie concernenti gli acquisti online tra consumatori ed esercenti le più rapide e possibili. In questo modo sarà possibile rendere più agili e snelli queste procedere senza dover costringere i consumatori a prendere la via più complicata e soprattutto onerosa delle aule dei tribunale. Una volta attiva anche per i consumatori, in caso di problematica, gli utenti potranno risolvere le loro controversie in pochi click, anche quelle transfrontaliere. Gli organismi di risoluzione alternativa delle controversie (Adr) che nel frattempo si erano accreditati, potranno fare da giudici alle controversie.

Le nuove norme volute dall’Europa prevedono, inoltre, che i consumatori siano informati di questa possibilità attraverso un link dedicato all’interno di ogni sito di eCommerce. Grazie a questa nuova piattaforma, l’Unione Europea punta, anche, a migliorare la fiducia dei consumatori negli acquisti online spingendo ulteriormente sulla loro diffusione, offrendo, contestualmente un forte input alla realizzazione di un mercato unico digitale.

Questo progetto segue alla nuove regole poste in essere dalla Commissione Europea sui contratti digitali. Regolamento creato sempre con l’obiettivo di favorire gli acquisti online in Europa.

Commenta e partecipa alle discussioni