QR code per la pagina originale

Altoparlanti migliori per i futuri iPhone

Apple brevetta un complesso sistema per sfruttare elementi interni degli iPhone come cassa di risonanza, pur di migliorare la qualità degli speaker.

,

I prossimi iPhone non saranno solamente privi della porta jack per le cuffie, così come da recenti indiscrezioni su iPhone 7, ma potrebbero vedere l’impiego di altoparlanti più efficaci. È quanto dimostra un nuovo brevetto registrato da Cupertino, pensato per descrivere un metodo per fornire riproduzioni ad elevata qualità anche con i piccoli speaker in dotazione ai dispositivi portatili.

Date le dimensioni sempre più ridotte di smartphone e affini, i produttori di device si trovano davanti a un difficile dilemma: come fornire una buona qualità audio, senza aver la possibilità di introdurre altoparlanti sufficientemente estese? La soluzione di Apple potrebbe essere molto complessa, tanto che dallo stesso brevetto appare molto complicato comprendere quali tecnologie effettivamente la società potrebbe mettere in pratica, ma la promessa è quella di un suono abbastanza cristallino in qualsiasi condizione d’uso.

Da quanto si apprende, la Mela potrebbe riprogettare il design degli altoparlanti, per introdurre degli elementi intermedi sotto la scocca del dispositivo, affinché fungano da cassa di risonanza. Per raggiungere questo scopo, Apple parla di “substrati elettrici flessibili”, dei materiali in grado di direzionare il suono all’interno della scocca e, conseguentemente, di amplificarlo. Non è però tutto, poiché anche i circuiti interni, quali la scheda logica, potrebbero essere utilizzati come una sorta di speaker virtuale: il design del circuito potrebbe assumere una forma in grado di convogliare l’aria verso una specifica direzione, aumentando così il volume di riproduzione delle altoparlanti stesse.

Come appare evidente, il brevetto non sembra al momento molto rivelatore sulle strategie scelte da Apple, non almeno finché non si vedrà la prima applicazione reale del brevetto. Non è detto, tuttavia, che questo effettivamente avvenga: la Mela negli anni ha registrato diversi brevetti, poi mai tradotti in un dispositivo davvero esistente. Nel frattempo, non resta che attendere il prossimo settembre, per scoprire se iPhone 7 sarà davvero privo del classico jack delle cuffie.

Commenta e partecipa alle discussioni