QR code per la pagina originale

Elon Musk: l’iCar non è un segreto

Elon Musk approfitta di un'intervista BBC per sottolineare come l'iCar sia tutto fuorché un segreto: le assunzioni Apple sarebbero più che rivelatrici.

,

Se ne discute ormai da parecchi mesi: Apple potrebbe aver deciso di produrre una propria vettura elettrica, una iCar forse lanciata entro il 2019. Elon Musk, CEO di Tesla nonché possibile principale rivale della mela morsicata, spiega però come i rumor circolati nelle ultime settimane sottendano a tutto tranne che a un segreto. Per quanto l’azienda californiana si impegni a mantenere la massima riservatezza, infatti, i movimenti in quel di Cupertino sarebbero più che indicativi dei piani dell’azienda.

L’occasione per queste dichiarazioni è un’intervista per la BBC, a seguito di una domanda relativa all’eventuale entrata di Apple nel settore dell’automotive. Così Elon Musk spiega:

È abbastanza difficile nascondere qualcosa se assumi un migliaio di ingegneri per crearla…

Il riferimento è alle assunzioni recenti in quel di Cupertino, susseguitesi con una certa costanza nel corso dell’ultima estate. Alcune delle quali hanno visto coinvolti anche ex dipendenti Tesla, sempre stando a fonti non pienamente confermate, un motivo in più per alimentare i sospetti sull’effettivo arrivo di una iCar. Musk, tuttavia, non vede Apple come un concorrente particolarmente temibile o, più probabilmente, non ha voluto lanciarsi in dichiarazioni affrettate a così tanti anni di distanza dalla sfida sul mercato. Interrogato su come l’approdo di Apple nell’automotive cambierà il settore, e a quali nuove sfide sarà quindi sottoposta Tesla, il CEO così risponde:

Tesla aspirerà a produrre i veicoli elettrici più interessanti, questo sarà il nostro obiettivo, così come aiuterà altre compagnia a produrre auto elettriche.

Non è la prima volta che il CEO di Tesla parla apertamente dell’iCar di Cupertino, sempre in relazione alla tornata di assunzioni che ha coinvolto la mela morsicata negli ultimi mesi. Lo scorso ottobre, infatti, aveva dichiarato “se non ce la fai in Tesla, finisci in Apple”, per sottolineare l’interesse del rivale per il settore automobilistico.

Al momento, non è emersa nessun’altra novità sul fronte di Project Titan, il così ribattezzato progetto per un’automobile targata mela morsicata. Sembra che circa un migliaio di dipendenti possano essere al lavoro in una località non rivelata della California, ma nulla è dato sapere sulle caratteristiche della vettura, sul suo design o quant’altro.

Commenta e partecipa alle discussioni