QR code per la pagina originale

FordPass: l’Ovale Blu sempre più Mobility Company

Svelata all'Auto Show di Detroit la piattaforma FordPass, con l'obiettivo di ridefinire la relazione che intercorre tra la casa produttrice e il cliente.

,

Il traguardo che Ford intende raggiungere è piuttosto chiaro: rappresentare nell’universo automotive ciò che iTunes ha costituito per il mondo della musica. Un obiettivo ambizioso, ottenibile attraverso la messa in campo di iniziative come quella annunciata in questi giorni all’Auto Show di Detroit: FordPass, una piattaforma strutturata in modo da ridefinire ed evolvere il rapporto tra la casa produttrice e il cliente.

FordPass

Concretamente, si tratterà di un’applicazione gratuita attraverso la quale accedere a programmi di car sharing e ride sharing, interagire in modo del tutto gratuito con gli esperti di FordGuide o beneficiare del programma fedeltà FordPerks che offre gadget o servizi attraverso una serie di partner. Il lancio è fissato per il mese di aprile e sarà rivolto a tutti, non solo a chi possiede un veicolo dell’Ovale Blu. Un dettaglio non di poco conto, quest’ultimo, che testimonia la volontà di soddisfare le esigenze dell’intera collettività, requisito essenziale per un gruppo che al suo storico ruolo di automaker affianca sempre più un impegno da Mobility Company.

L’elenco delle funzionalità incluse conta inoltre la possibilità di prenotare un parcheggio prima di giungere a destinazione, la ricerca di un’auto condivisa e la personalizzazione delle vetture che si intendono acquistare. A questo si aggiungono la programmazione degli interventi di manutenzione, la verifica dello stato di un finanziamento Ford Credit, la gestione da remoto di comandi come l’avviamento del motore, il blocco o lo sblocco delle portiere, il controllo del livello di carburante o dell’olio, la carica della batteria, la pressione degli pneumatici e la localizzazione del veicolo. Queste le parole di Mark Fields, Presidente e CEO di Ford.

Ciò che motiva Ford ogni giorno è l’obiettivo di rendere migliore la vita delle persone. Lo abbiamo fatto quando abbiamo reso la mobilità personale accessibile a tutti oltre un secolo fa e continuiamo a farlo oggi, con la nostra famiglia di vetture e veicoli commerciali. Oggi innalziamo il nostro impegno introducendo FordPass, una piattaforma innovativa che potrebbe diventare l’invenzione più rivoluzionaria della nostra storia.

L'interfaccia dell'applicazione FordPass

L’interfaccia dell’applicazione FordPass

FordHub

Prevista anche l’apertura dei cosiddetti FordHub, degli “experience centre” nei quali sarà possibile conoscere da vicino e toccare con mano le soluzioni offerte dall’azienda. Le prime città interessate dall’iniziativa sono New York (presso il Westfield World Trade Center), Londra, Shanghai e San Francisco. Nell’occasione è stata inoltre annunciata la partnership con Parkopedia, un servizio che aiuta gli automobilisti a trovare e pagare i parcheggi, oltre che con FlightCar per la condivisione dei veicoli.

FordHub

FordHub

I progetti si inseriscono alla perfezione nell’ambito dello Smart Mobility Plan, la strategia che punta a trasformare l’esperienza di viaggio e di trasporto beneficiando delle potenzialità messe a disposizione dalla tecnologia, dalla connettività e dall’analisi dei big data. Non resta dunque che attendere il debutto di FordPass, fissato per il mese di aprile negli Stati Uniti e in Canada, con la diffusione in altri mercati prevista entro l’anno.

Notizie su: ,
Commenta e partecipa alle discussioni