QR code per la pagina originale

Microsoft rende open source il cuore di Edge

Microsoft rende open source il cuore di Edge; il motore Javascript ChakraCore può essere scaricato da una resposity di GitHub

,

Microsoft ha reso il cuore del suo nuovo browser Edge, ChakraCore, open source. L’apertura alla comunità del software libero del motore Javascript del nuovo browser di Windows 10 era comunque attesa in quanto nel mese di dicembre la casa di Redmond aveva già svelato i piani di rendere ChakraCore open source. Dunque, tutti gli sviluppatori interessati a mettere le mani su di un pezzo del cuore di Edge potranno farlo scaricando il codice sorgente attraverso la reposity ChakraCore su GitHub. Il codice è distribuito sotto licenza MIT, una licenza di software libero creata dal Massachusetts Institute of Technology (MIT).

La reposity ChakraCore fornisce un motore JavaScript open source standalone pienamente supportato e con le stesse caratteristiche del motore ChakraCore di Microsoft Edge. Microsoft accetterà tutti i contributi della community del software libero per migliorare ed ottimizzare il motore Javascript di Edge. Ottimizzazioni che poi saranno disponibili per tutti attraverso il rilascio di aggiornamenti dedicati a Windows 10. Microsoft ha anche pubblicando una tabella di marcia per ChakraCore su GitHub per coloro che fossero interessati alle prossime funzionalità. Gli sviluppatori saranno in grado di programmare con ChakraCore su Windows 7 SP1 o superiore attraverso la piattaforma Visual Studio 2013 o 2015 con il supporto C ++ installato. In futuro arriverà anche il supporto a Linux.

Gli sviluppatori che fossero interessati a partecipare allo sviluppo di ChakraCore potranno lasciare i loro feedback attraverso l’account Twitter ChakraCore oppure attraverso GitHub. La scelta di aprire una parte di Edge alla comunità open source è assolutamente logica. Microsoft si aspetta, infatti, che grazie alla disponibilità di ChakraCore su GitHub, sviluppatori indipendenti e produttori come Intel ed AMD possano lavorare per aiutare nello sviluppo di questo motore di rendering.

Microsoft, con questa scelta, conferma ancora una volta il completo cambio di strategia rispetto al passato. Grazie al CEO Satya Nadella, adesso Microsoft è molto più aperta ed innovativa rispetto al passato quando le aperture verso le community degli sviluppatori erano molto rare.

Commenta e partecipa alle discussioni