QR code per la pagina originale

Beauty, software ultrasonico per smartphone

Beauty è un software, realizzato da Elliptic Labs, che sfrutta gli ultrasuoni per rilevare la presenza del viso e disattivare lo schermo dello smartphone.

,

I futuri smartphone non avranno più il sensore di prossimità. Questa è la previsione di Elliptic Labs, una piccola azienda norvegese che ha sviluppato un “software ultrasonico”. Beauty sfrutta la ecolocalizzazione per individuare la presenza di oggetti davanti allo schermo, simulando in pratica il sistema di navigazione dei pipistrelli. Per ottenere questo risultato non servono altri componenti, ma solo i microfoni e gli altoparlanti del dispositivo mobile.

In tutti gli attuali smartphone è presente il sensore di prossimità che spegne lo schermo e disabilita il touch, quando l’utente risponde ad una chiamata, avvicinando l’orecchio al display. Questo piccolo componente richiede piccoli fori di colore nero sulla parte frontale dello smartphone, esteticamente poco gradevoli se il telaio è di colore bianco. Beauty può sostituire il sensore, consentendo una piccola riduzione dello spessore (non più di 2 millimetri). Secondo il CEO Laila Danielsen, il software offre anche prestazioni migliori.

Beauty è basato sulla stessa tecnologia ad ultrasuoni usata per consentire all’utente di rispondere ad una chiamata o controllare la riproduzione musicale, muovendo le mani in aria. Gli altoparlanti integrati nello smartphone emettono un suono a frequenza ultrasonica (tra 23 e 35 kHz) che viene registrato dal microfono dello stesso dispositivo. Quando il suono rimbalza sul viso dell’utente, Beauty rileva l’eco e disattiva lo schermo. L’azienda norvegese assicura il suo funzionamento in qualsiasi condizione.

Elliptic Labs ha già avuto contatti con diversi produttori, quindi Beauty sarà presente sui dispositivi mobile nel corso dell’anno.

Fonte: Elliptic Labs • Via: Engadget • Notizie su: ,
Commenta e partecipa alle discussioni