QR code per la pagina originale

Google: un tour virtuale di Buckingham Palace

Il gruppo di Mountain View, nella cornice del progetto Expeditions, propone a tutti la possibilità di visitare la residenza della Regina con Cardboard.

,

La realtà virtuale come mezzo di apprendimento, come supporto all’ambito educativo. Con il progetto Expeditions, annunciato lo scorso anno, Google intende promuovere l’impiego delle tecnologie VR sui banchi di scuola, in modo da rendere le lezioni e l’interazione tra studenti e insegnati più coinvolgenti, interessanti e persino divertenti.

Oggi il gruppo di Mountain View annuncia di aver realizzato, in collaborazione con il team Alchemy VR e con il divulgatore scientifico e naturalista britannico Sir David Attenborough, due nuove esperienze da vivere in soggettiva con il visore Cardboard. La prima è quella allegata di seguito: un tour a 360 gradi di Buckingham Palace caricato su YouTube, per osservare le stanze della residenza reale da un punto di vista inedito e differente. La seconda è invece relativa alla suggestiva Grande Barriera Corallina, ma purtroppo nel momento in cui viene scritto questo articolo non sembra ancora essere stata pubblicata.

Stando a quanto dichiarato da bigG, oltre 500.000 studenti hanno partecipato al Google Expeditions Pioneer Program lanciato nel settembre scorso. Un numero di certo non indifferente, che aiuterà il team al lavoro sul progetto a perfezionarne ulteriormente la tecnologia, attraverso la raccolta di pareri e feedback. Il prossimo step consiste nella distribuzione di una nuova app per smartphone Android, indirizzata in esclusiva agli istituti e agli insegnanti che hanno effettuato la registrazione alla fase beta.

La scorsa settimana è rilasciato un aggiornamento per il pacchetto SDK indirizzato agli sviluppatori, che introduce il allo “spatial audio” su Unity e Android. Il risultato è un’esperienza coinvolgente non solo per quanto riguarda l’aspetto visivo ma anche sonoro, in cui viene simulato in maniera fedele come l’essere umano ascolta ciò che accade intorno a lui: se in un ambiente virtuale un rumore proviene da sinistra, verrà udito prima da quell’orecchio e poi da quello destro, con un leggero ritardo.

Fonte: edSurge • Notizie su:
Commenta e partecipa alle discussioni