QR code per la pagina originale

Il bug della batteria di iPhone 6S e 6S Plus

Bug della batteria per iPhone 6S e 6S Plus: il dispositivo potrebbe mostrare una percentuale di carica più elevata di quella effettivamente disponibile.

,

iPhone 6S e iPhone 6S Plus potrebbero mostrare a schermo una percentuale di batteria ben diversa da quella reale. Un errore che pare Apple abbia recentemente riconosciuto, una questione di natura software che potrebbe trovare risoluzione con la prossima versione di iOS 9. Nel frattempo, però, come si devono comportare i tanti possessori di uno smartphone da 4,7 e 5,5 pollici?

Secondo quanto reso noto dalle fonti statunitensi, i nuovi iPhone 6S e iPhone 6S Plus mostrerebbero a schermo una percentuale di carica più alta rispetto a quella effettiva. In questo modo, l’utente può incorrere in spegnimenti o in carica residua insufficiente prima del preventivato, data la fiducia riposta nell’indicazione visiva erronea. Il problema sarebbe connesso a un bug del sistema operativo, un malfunzionamento relativo alla sincronizzazione tra il software e la batteria stessa. iOS 9 aggiornerebbe la percentuale con ritmi più lenti rispetto a quelli di effettivo consumo della batteria, confondendo così gli utilizzatori.

Stando a quanto riporta il Guardian, il bug si manifesterebbe con più frequenza quando l’utente decide di impostare manualmente l’orario dello smartphone o, sempre manualmente, cambia fuso. Mentre la società di Cupertino è al lavoro per un fix definitivo, non apparso in iOS 9.2.1 rilasciato ieri, il consiglio è quindi quello di impostare l’aggiornamento automatico di data e orario, tramite la sincronizzazione con i server Apple.

Come già accennato, la problematica potrebbe trovare risoluzione nella prossima versione di iOS 9, la 9.3, che dovrebbe vedere la luce a ridosso con la primavera. Questo upgrade, inoltre, sarà molto importante per i miglioramenti previsti nell’esperienza d’uso non solo di iPhone, ma anche degli altri iDevice. Vi saranno infatti novità relative alla gestione della luminosità durante l’utilizzo notturno, la possibilità di importare gli iPad in modalità multiutente con più di un Apple ID, nuovi comandi 3D Touch e novità relative alle Note, alle Mappe, a Siri e molto altro ancora.

Commenta e partecipa alle discussioni
  • 20/01/2016 alle 21:55 #508565

    Massimo
    Membro

    In fondo anche la mela ha i suoi problemi come tutti gli altri. Ma ha clienti che chiudono gli occhi di fronte alla realtà: difficile giustificare di pagare il doppio o il triplo per prodotti molto simili a quelli molto più economici della concorrenza. Col mio Lumia, pagato in offerta speciale 60 euro, faccio le stesse cose e il giorno che si romperà o lo perderò non sarà un dramma comprarne un altro. Il cellulare deve essere una commodity, non un oggetto di lusso.