QR code per la pagina originale

Mercato mobile: oltre 1,4 miliardi di smartphone

Due società di analisi hanno pubblicato i dati sulle consegne di smartphone: Huawei è il produttore che ha fatto registrare i risultati più positivi.

,

IDC e Strategy Analytics hanno pubblicato i dati relativi alle consegne mondiali di smartphone. Nonostante il rallentamento dovuto alla saturazione in alcuni mercati, le due società di analisi hanno registrato un risultato simile, ovvero oltre 1,4 miliardi di unità spedite nel 2015. Nella top 5 dei produttori spiccano le elevate percentuali di Huawei, mentre il market share di Apple è rimasto praticamente invariato rispetto al 2014.

In base al report di IDC, gli smartphone consegnati nel 2015 sono stati 1.432,9 milioni con un incremento del 10,1% rispetto al 2014. Secondo Strategy Analytics, invece, il numero è 1.441,7 milioni con un aumento del 12% rispetto all’anno precedente. Solo nel quarto trimestre sono stati consegnati 399,5 milioni di unità per IDC e 404,5 milioni per Strategy Analytics. Entrambe assegnano a Huawei il premio di produttore più attivo sul mercato. L’azienda cinese è diventato il terzo produttore mondiale, entrando nell’esclusivo club dei produttori che hanno distribuito oltre 100 milioni di smartphone in un anno.

I primi due posti sono sempre occupati da Samsung e Apple. Il gigante coreano ha consegnato oltre 300 milioni di unità nel 2015, mentre l’azienda di Cupertino ha superato i 230 milioni di iPhone. Tuttavia, se si considera solo il quarto trimestre 2015, l’incremento rispetto allo stesso periodo del 2014 è nettamente inferiore a quello di Huawei. Il distacco è comunque molto ampio e aumenterà sicuramente con il lancio del Galaxy S7 e dell’iPhone 7.

Gli ultimi due posti della top 5 sono occupati da Lenovo e Xiaomi. Lenovo ha recentemente annunciato che userà il brand Moto per i dispositivi di fascia alta e il marchio Vibe per quelli di fascia bassa. Xiaomi, invece, è presente quasi esclusivamente sul mercato cinese, ma i suoi smartphone potrebbero arrivare presto anche in Europa attraverso i canali ufficiali.

Fonte: IDC • Via: Strategy Analytics • Notizie su: ,
Commenta e partecipa alle discussioni