QR code per la pagina originale

iPhone 2017: ricarica wireless a distanza

Apple starebbe sviluppando una tecnologia di ricarica wireless a distanza, un sistema che potrebbe essere introdotto negli iPhone lanciati nel 2017.

,

Gli iPhone del futuro potrebbero essere dotati di ricarica wireless. Non una sorpresa, considerato come da tempo il mercato si stia orientando verso questa modalità, con Apple che giunge mediamente in ritardo rispetto ai competitor. La società di Cupertino, tuttavia, potrebbe essere pronta a estrarre l’asso dalla manica: secondo quanto riporta Bloomberg, infatti, l’azienda starebbe progettando un sistema di ricarica senza fili a distanza. I primi esemplari, sempre stando alla testata statunitense, potrebbero vedere la luce nel 2017.

Al momento i dispositivi a ricarica wireless, siano Apple Watch oppure smartphone della concorrenza, devono essere adagiati su un apposito pad affinché il sistema funzioni. Apple, tuttavia, non sarebbe soddisfatta da questa modalità: per quanto comoda, presenta ancora dei limiti spaziali alle libertà dell’utente. Così, il gruppo starebbe sviluppando una tecnologia a induzione sulle piccole distante, pochi metri, quanto basta per assicurare il collegamento di un iPhone in qualsiasi posizione venga inserito in una stanza. Bloomberg spiega come i dettagli di un simile progetto siano al momento privati, poiché la Mela starebbe fronteggiando alcune sfide: la prima, la perdita di potenza più ci si allontana dalla stazione emittente.

Come già anticipato, i primi prodotti abilitati alla ricarica wireless a distanza potrebbero apparire sul mercato nel 2017, di conseguenza pare vi sia escluso il nuovo iPhone 7, in via di presentazione finale il prossimo autunno. Detto questo, Cupertino si è sempre dimostrata molto interessata a questa tecnologia, tanto che già dai tempi del primissimo iPhone ha registrato numerosi brevetti dedicati. Bloomberg, in particolare, svela l’interessamento di Apple verso WiTricity, una società specializzata in fruizione dell’energia dai campi magnetici, un fatto che potrebbe tradurre la ricarica a distanza in realtà. Non resta quindi che attendere i prossimi passi dalla California, così come eventuali movimenti dai distretti produttivi asiatici, per comprendere se l’innovativa tecnologia diverrà ben presto realtà.

Fonte: Bloomberg • Via: MacRumors • Immagine: David Molina G via Shutterstock • Notizie su: , ,
Commenta e partecipa alle discussioni