QR code per la pagina originale

Obama: 4 miliardi per l’educazione digitale

Il presidente Obama chiederà al Congresso americano 4 miliardi di dollari per potenziare i corsi di informatica per i ragazzi e le minoranze sociali.

,

Il presidente Obama punta a migliorare l’educazione digitale dei bambini americani. Il presidente ha, infatti, annunciato che chiederà 4 miliardi di dollari al Congresso per offrire la possibilità a più bambini di poter accedere a corsi di informatica a scuola. Obiettivo, quello di permettere alle nuove generazioni di migliorare le loro conoscenze high tech per poter essere più competitivi un domani sul mercato del lavoro.

Secondo Obama, infatti, nella nuova economica, l’informatica non è più un optional ma una competenza fondamentale di base. Il presidente Obama aveva già anticipato la necessità di garantire ai ragazzi un più facile accesso ai corsi di informatica ma non aveva ancora esplicitato il suo progetto al riguardo. Se il Congresso avvallerà la richiesta del presidente, nei prossimi 3 anni saranno stanziati 4 miliardi di dollari a cui avranno accesso le scuole di ogni stato americano per espandere i corsi di informatica soprattutto focalizzati per formare le ragazze e le minoranze sociali.

L’amministrazione Obama cercherà di ottenere anche ulteriori 100 milioni di dollari per sovvenzionare i programmi di sviluppo più ambiziosi che puntano all’obiettivo di raggiungere il più alto numero possibile di ragazzi.

Solo, infatti, il 25% delle scuole secondarie offrono corsi d’informatica e 22 stati americani non prevedono corsi d’informatica tra gli obiettivi per raggiungere il diploma. Inoltre, meno del 15% delle scuole superiori offrono corsi avanzati d’informatica.

L’amministrazione Obama, inoltre, investirà 135 milioni di dollari per aiutare a formare migliaia di insegnanti e per progettare nuovi materiali didattici per le classi di informatica. Per il governo di Obama, trattasi del più ambizioso progetto di educazione digitale mai posto in essere e se approvato, aiuterà gli sforzi di molti stati nel voler aiutare i giovani ad ampliare le loro conoscenze informatiche, fondamentali per poter essere competitivi nel mondo del lavoro.

Commenta e partecipa alle discussioni