QR code per la pagina originale

Twitter come Facebook? Non secondo Jack Dorsey (update)

Un recente report aveva affermato che Twitter avrebbe introdotto una timeline in stile Facebook; Jack Dorsey è intervenuto negando la notizia.

,

Twitter come Facebook? Sembrerebbe di no, almeno secondo le rassicurazioni del CEO Jack Dorsey. Nel corso del fine settimana, un report di BuzzFeed asseriva che Twitter avrebbe, nel giro di breve tempo, introdotto un’importante novità concernente la gestione della timeline degli utenti. In breve, secondo il report, il social network aveva deciso di assomigliare un po’ di più a Facebook scegliendo di mostrare i tweet non più seguendo il solito ordine cronologico ma attraverso uno speciale algoritmo realizzato ad hoc che avrebbe ordinato i messaggi secondo uno specifico ordine.

Una scelta che avrebbe, di fatto, reso Twitter simile a Facebook, che da sempre organizza l’ordine dei post secondo uno specifico algoritmo che mette in primo piano quelli che potrebbero risultare più interessanti per gli utenti. Dopo l’ipotesi dei tweet da 10 mila caratteri, insomma, sarebbe l’ennesimo ipotetico passo nella direzione dell’emulazione del più ingombrante dei concorrenti. Questa possibile rivoluzione non è però piaciuta agli iscritti di Twitter, soprattutto ai fedelissimi che, anzi, hanno intravisto in questa scelta la fine del social network. In poche ore, i messaggi contenenti l’hash tag #RIPtwitter sono saliti tra i primi posti dei trending topic evidenziando un profondo malcontento tra gli utenti che hanno mostrato di non gradire assolutamente la novità.

A calmare le acque piuttosto agitate del social network ci ha, poi, pensato direttamente il CEO Jack Doresy che è intervenuto ufficialmente sottolineando che la natura di “real time” di Twitter non sarà assolutamente modificata. Dunque, gli utenti continueranno a poter visualizzare i tweet in ordine cronologico come avviene ora. Tuttavia, Jack Dorsey ha anche ammesso che il social network sta lavorando per migliorare l’esperienza degli utenti.

Secondo le fonti di The Verge, effettivamente Twitter starebbe testando un nuovo algoritmo per riordinare i tweet ma questa modifica riguarderebbe la funzioni “mentre eri via” e non il social network in generale. Questa funzione, come noto, mostra agli utenti i tweet più rilevanti condivisi dal loro ultimo collegamento. Un modo per non far perdere agli utenti nessuna notizia importante.

Un’ampliamento di questa funzione potrebbe rappresentare una buona notizia, ma anche un potenziale fastidio, per i puristi della piattaforma. Tuttavia, la nuova funzione “metri eri via” potrà essere disattivata rendendo la gestione della timeline assolutamente in puro ordine cronologico: la possibilità di un opt-out è quel che consentirà un passaggio morbido da una dimensione all’altra, lasciando che ognuno operi secondo i propri tempi, le proprie attitudini ed il proprio personale rapporto con il network.

Update del 10/02/2016:

Twitter ha iniziato il rollout del nuovo algoritmo che sarà progressivamente disponibile a tutti.

Fonte: BuzzFeed • Via: The Verge • Immagine: Sportboom • Notizie su: ,
Commenta e partecipa alle discussioni