QR code per la pagina originale

Microsoft riconosce un cane dalla foto

Microsoft ha sviluppato uno strumento che sfruttando il riconoscimento facciale ed un algoritmo di machine learning, riconosce la razza di un cane.

,

Microsoft Garage, l’incubatore di app della casa di Redmond, braccio della divisione Microsoft Research, ha lanciato una nuova app ed un nuovo servizio web che sfruttano il riconoscimento facciale per riconoscere la razza di un cane partendo da una semplice foto. Non si tratta del primo prodotto simile. Già in passato Microsoft aveva rilasciato strumenti similari, come il servizio web in grado di riconoscere le emozioni delle persone presenti in una foto.

Questa volta, però, Microsoft si è concentrata sul mondo degli animali domestici sviluppando un tool in grado di riconoscere la razza del migliore amico dell’uomo. Nello specifico, la casa di Redmond ha realizzato un’app per iOS ed un servizio web. L’app è, però, solamente disponibile per gli utenti americani, mentre il resto del mondo, Italia inclusa, dovrà accontentarsi del servizio accessibile attraverso il browser di un PC. “What is your dog?“, questo il nome dell’interessante servizio sperimentale di Microsoft, oltre al riconoscimento facciale utilizza un complesso algoritmo di machine learning in grado di imparare e di migliorare il riconoscimento delle razze canine con il tempo.

L’utilizzo è semplice. Gli utenti possono caricare la foto del loro cane, o utilizzare una foto trovata su internet per testare il software di riconoscimento delle razze. In pochi istanti, il sistema fornirà il risultato.

“What is your dog?” non è risultato sempre molto affidabile, soprattutto con le foto “personali”. Il sistema di riconoscimento funziona decisamente meglio con le foto dei cani trovate in rete, foto che vedono i cani messi perfettamente in posa.

In ogni caso, trattasi di un simpatico esercizio di stile che piacerà sicuramente a tutti coloro che posseggono un cane.

Fonte: The Verge • Immagine: Microsoft • Notizie su: ,
Commenta e partecipa alle discussioni