QR code per la pagina originale

Motorola Moto G (2015): Android 6.0 Marshmallow

Lo smartphone Motorola Moto G (2015) riceve l'aggiornamento ufficiale al sistema operativo Android 6.0 Marshmallow in Italia: il download pesa 452,40 MB.

,

Il tanto atteso aggiornamento ufficiale al sistema operativo Android 6.0 Marshmallow è finalmente disponibile anche in Italia per tutti i possessori del Motorola Moto G (2015). Il rollout ha preso il via e a breve chi usa lo smartphone vedrà comparire sul display un messaggio come quello allegato negli screenshot di seguito. In alternativa è possibile forzare il controllo aprendo le “Impostazioni”, selezionando al voce “Info sul telefono” e infine “Aggiornamenti di sistema”.

Si consiglia di effettuare la procedura quando non si ha bisogno di utilizzare il dispositivo per almeno una mezz’ora. La prima fase consiste nel download dell’update, dal peso pari a 452,40 MB, mentre al termine è necessario dare il via alla procedura di aggiornamento vero e proprio che impiega diverso tempo. La modalità di rilascio è ovviamente OTA (over-the-air) e considerate le dimensioni del pacchetto si consiglia di eseguire il processo solo quando si è connessi ad un network WiFi, così da non consumare una parte consistente del traffico dati messo a disposizione dal proprio operatore.

Lo smartphone Motorola Moto G (2015) riceve oggi l'aggiornamento ufficiale al sistema operativo Android 6.0 Marshmallow in Italia

Lo smartphone Motorola Moto G (2015) riceve oggi l’aggiornamento ufficiale al sistema operativo Android 6.0 Marshmallow in Italia

Lanciato lo scorso anno, Motorola Moto G (2015) offre specifiche tecniche di tutto rispetto se le si rapporta all’esborso economico relativamente contenuto richiesto per l’acquisto: display da 5 pollici HD, processore quad core Qualcomm Snapdragon 410 (MSM8916) da 1,4 GHz, GPU Adreno 306, 2 GB di RAM, 8 o 16 GB di memoria interna per lo storage, slot microSD, fotocamere da 13 e 5 megapixel, batteria da 2.470 mAh.

Il vero punto di forza del device, quello che ne ha decretato il successo, è però rappresentato dalla scelta di equipaggiare una versione stock di Android (anche se non al 100%), ovvero priva di personalizzazioni dell’interfaccia. Questo offre un’esperienza di utilizzo del tutto simile a quella della linea Nexus e consente al produttore di rilasciare aggiornamenti come quello odierno in modo più rapido rispetto a gran parte della concorrenza.

Galleria di immagini: Motorola Moto G (2015), le foto

Commenta e partecipa alle discussioni