QR code per la pagina originale

MyChef, si paga con Satispay

Satispay conquista 150 punti ristori Areas Italia (tra i quali la catena MyChef), rendendo ancora più vasta e capillare la portata dei micropagamenti.

,

Satispay, ossia micropagamenti con il proprio smartphone. Quella che è una realtà startup ormai ampiamente nota ed affermata, che in Italia sta conquistando il mercato grazie alla facilità d’uso ed alla linearità di un sistema estremamente semplice e trasparente, mette a segno un nuovo importante colpo: firmato l’accordo con Areas Italia, portando così l’opzione Satispay al bancone di 150 punti vendita MyChef su tutto il territorio nazionale. «Grazie a questo innovativo sistema di pagamento, indipendente da banche e carte di credito, che consente di scambiare denaro tra privati e pagare in mobilità sia online che presso gli esercizi convenzionati», spiega il comunicato ufficiale, «Areas Italia entra nella nuova era dei pagamenti e vi porta i propri clienti».

L’accordo prevede una fase di roll-out incentrata sull’area di Milano, ove attraverso quattro location strategiche verranno messi a punto i meccanismi ed oliate le procedure: i ristoranti Briciole (Linate e Malpensa) e i punti di ristoro Lambro Nord e Crocetta Nord saranno attrezzati con il nuovo sistema che prevede semplicemente l’invio della somma dallo smartphone dell’acquirente e la ricezione della stessa da parte del venditore. In una seconda fase Satispay arriverà anche ai responsabili dei punti gestiti in franchising presso catene quali McDonald’s, Panino Giusto e Rossopomodoro. La novità rappresenta una opportunità in più per i 55 mila utenti che hanno già scaricato l’applicazione sul proprio device personale e al tempo stesso configura una nuova importante vetrina per far conoscere sempre di più Satispay sul mercato italiano. Ma il vantaggio è chiaramente spalmato anche sui partner, in duplice veste: da una parte v’è uno strumento in più a disposizione dei clienti, facilitandone pertanto l’esperienza di pagamento; dall’altra v’è una fee di appena 20 centesimi e soltanto sulle spese al di sopra dei 10 euro, scontando pertanto un costo estremamente basso di accesso al servizio.

Sono oggi 2300 gli esercizi commerciali che hanno scelto Satispay: l’estensione è iniziata in provincia di Cuneo, vera base di partenza del servizio, ma l’approvvigionamento di reti quali Areas Italia rende ora il progetto ben più radicato e capillare su tutto il territorio nazionale. Spiega Alberto Dalmasso, cofondatore Satispay: «Siamo felici di questo accordo, perché Areas Italia è una azienda primaria nella ristorazione, rivolta a persone che viaggiano e che, per questo, hanno bisogno di servizi rapidi, semplici ed efficienti. Abbiamo trovato in Areas Italia un interlocutore molto ricettivo, con il quale siamo certi di poterci confrontare per comprendere l’evolversi delle esigenze dei clienti in mobilità e offrire loro un servizio veramente capace di far risparmiare tempo e migliorare la vita».

Ma il plauso giunge altresì dalla controparte attraverso il direttore commerciale di MyChef, Leopoldo Resta: «Soddisfare la nostra clientela, non solo per quanto riguarda la qualità dei prodotti che offriamo ma anche nell’efficienza dei nostri servizi, è per noi da sempre una priorità. Abbiamo riconosciuto nell’innovazione portata da Satispay un valore aggiunto per il nostro servizio, velocizzando il pagamento e portando a conoscenza della nostra clientela tutti i vantaggi offerti da Satispay sul fronte consumer. Inoltre, vediamo nel modello messo a punto da questa giovane azienda italiana importanti benefici sul fronte dei nostri costi di gestione e, coerentemente con la sempre alta attenzione che riserviamo alle novità di mercato, siamo felici di poter testare con loro questa nuova soluzione».

 

Notizie su: ,
Commenta e partecipa alle discussioni