QR code per la pagina originale

Ford, presentato Sync 3 al MWC 2016

Ford ha presentato al Mobile World Congress di Barcellona uno dei frutti del proprio lavoro evolutivo verso un nuovo concetto di mobilità: SYNC 3.

,

La presenza di Ford al Mobile World Congress 2016 ha un profondo significato, poiché porta a compimento un percorso iniziato proprio al Mobile World Congress un anno fa: mobilità connessa e mobilità intelligente sono parti costituenti e complementari di un più ampio concetto di mobilità integrata, base della proiezione che Ford ha nella propria visione del futuro. Sync 3, la nuova versione del sistema informatico di bordo, è la nuova tappa che Ford presenta all’interno di questo percorso evolutivo, ma è chiaro come l’orizzonte sia ben più lontano: Ford ha intenzione di reinventare la mobilità e per raggiungere tale obiettivo ha intenzione di rivederne alla base ogni singolo aspetto.

Ford ha svelato al Mobile World Congress di Barcellona la nuova Kuga, annunciato il lancio del SYNC 3 e rivelato i dettagli della strategia europea sul FordPass, la nuova piattaforma digitale di customer experience che guiderà la trasformazione dell’Ovale Blu nel passaggio da costruttore d’auto a provider di mobilità.

Lo stand Ford a Barcellona è la summa dei molteplici ambiti su cui il gruppo sta investigando per arrivare a definire il futuro della mobilità: dai progetti cercati in ambito gamification, passando per il concept FordPass, fino alle prove con mano sulla nuova Kuga, tutto converge verso la nascita del nuovo sistema di bordo che ospiterà le app ed i servizi per l’utenza. Il tutto incarnato in Sync 3, nuova release della piattaforma per l’infotainment della flotta Ford.

Ford presenta Sync 3

Per capire come Ford abbia evoluto Sync 3 occorre partire dai presupposti: l’obiettivo è quello di migliorare l’esperienza dell’utente, tenendo in stretta considerazione il tempo passato a bordo del veicolo e le necessità ivi manifestate. La sicurezza è al centro del progetto: ogni interazione deve essere hands-free, deve distrarre quanto meno possibile gli occhi del guidatore dalla strada e deve garantire una interazione priva di qualsivoglia resistenza tra i comandi del guidatore e l’esecuzione del sistema di bordo.

Tra le caratteristiche del nuovo sistema figurano un display da 8 pollici («più veloce e reattivo») e la migliorata capacità di riconoscere comandi impartiti in linguaggio naturale quali “Ho voglia di un caffé”, “Devo fare rifornimento”, “Trova un parcheggio” o similari. La 3a generazione del Ford SYNC, spiega inoltre l’Ovale Blu, «eleva a nuovi livelli la connettività con gli smartphone sia attraverso il controllo vocale delle app del catalogo AppLink, che grazie al supporto per i sistemi Apple CarPlay e AndroidAuto».

Con gesti ormai familiari come il “pinch-to-zoom” e lo “swipe”, e funzioni come il box di ricerca cui i motori di ricerca ci hanno abituato, il Ford SYNC 3 rende lo schermo di bordo molto simile a quello di uno smartphone, a tutto vantaggio dell’intuitività e della facilità di utilizzo. L’esperienza di utilizzo si raccorda fluidamente con quella dei propri dispositivi grazie anche a nuovi comandi vocali che interpretano forme di dialogo complesse e a un’interfaccia grafica ad alta visibilità.

Christof Kellerwessel, Ingegnere Capo Sistemi Elettrici ed Elettronici di Ford Europa.

La conferma giunge infine direttamente per voce di Mark Fields, CEO e Presidente del gruppo Ford: la prima auto ad ospitare SYNC 3 sarà la nuova Kuga, ma sarà in seguito esteso ai modelli Galaxy, Mondeo ed S-MAX entro la fine dell’anno.

Commenta e partecipa alle discussioni