QR code per la pagina originale

Le auto prevederanno i colpi di sonno

Alcuni produttori di auto stanno sperimentando un sistema di monitoraggio in grado di rilevare l'idoneità di chi sta guidando l'auto.

,

Presto, le auto potrebbero avvisare gli utenti durante la guida prima che si addormentino o si distraggano, evitando, così, situazioni di grave pericolo. I maggiori produttori di auto stanno, infatti, testando un sistema di monitoraggio dei conducenti in grado di determinate se chi guida è troppo stanco e troppo distratto per guidare in modo sicuro. Questa piattaforma in grado di migliorare la sicurezza alla guida dovrebbe essere disponibile il prossimo anno.

Tali soluzioni di intelligenza artificiale in grado di valutare l’affidabilità di un conducente sono state sviluppate per compensare l’introduzione di molte soluzioni avanzate d’intrattenimento che sempre di più infarciscono le auto moderne. Soluzioni che a detta degli esperti rischiano di distrarre chi guida. Tra i produttori di auto che starebbero sperimentando queste soluzioni di monitoraggio si evidenziano General Motors, Toyota Motor, Volkswagen ed alcune startup del settore automotive. Il produttore di componenti Delphi Automotive afferma che il prossimo anno due modelli di auto adotteranno questa piattaforma di monitoraggio.

Chi teme un’ennesima violazione della privacy non dovrà, però, temere nulla. I costruttori affermano, infatti, che i dati che la piattaforma di monitoraggio rileverà sono di proprietà del proprietario dell’auto e che dunque nulla sarà condiviso senza un loro esplicito consenso. L’industria automobilistica, inoltre, ha anche abbracciato una serie di linee guida specifiche sulla privacy per le auto connesse ma i più critici affermano, comunque, che in realtà le aziende non riescano a richiedere il permesso ai conducenti prima di raccogliere informazioni su di loro.

Inoltre, poche leggi regolamento la raccolta dei dati nelle auto. Una delle principali cause di disattenzione del conducente è l’uso di telefoni cellulari e di altri dispositivi mobili. I conducenti che digitano un messaggio di testo mentre l’auto è in movimento sono sei volte più esposti ad avere un incidente.

Piattaforma di monitoraggio del conducente e tutti gli altri sistemi smart di assistenza della guida possono, dunque, rappresentare utilissimi strumenti per rendere i viaggi più sicuri e rilassanti.

Fonte: The Wall Street Journal • Notizie su:
Commenta e partecipa alle discussioni