QR code per la pagina originale

Alphabet vuole vendere Boston Dynamics

Secondo Bloomberg, gli attriti tra i gruppi e la difficoltà di realizzare un prodotto commerciale avrebbero convinto Alphabet a vendere Boston Dynamics.

,

I video pubblicati su YouTube sono stati visti da milioni di utenti e hanno ispirato centinaia di articoli, ma i robot umanoidi e quadrupedi di Boston Dynamics potrebbero presto cambiare proprietario. Secondo le informazioni raccolte da Bloomberg, Alphabet avrebbe avviato la ricerca di potenziali acquirenti della divisione che sviluppa progetti di robotica. Tra i possibili candidati ci sarebbero Amazon e Toyota.

Boston Dynamics è stata acquisita da Google nel 2013. Andy Rubin era stato nominato responsabile del gruppo che conta circa 300 ingegneri. Le dimissioni di Rubin, avvenute a fine 2014, hanno causato diversi attriti all’interno dell’azienda di Mountain View, aggravati anche dalla difficoltà di trovare un nuovo leader. Oggi il gruppo è parte della divisione Google X, guidata da Astro Teller, ma i dirigenti di Boston Dynamics non hanno mai accettato di lavorare con gli altri ingegneri di Google in California e Giappone.

Un consigliere di Larry Page, CEO di Alphabet, aveva dichiarato durante un meeting che Replicant (il gruppo all’interno di Google X che si occupa di robotica) non può spendere oltre il 30% del budget per progetti che richiedono dieci anni di sviluppo, ma occorre generare profitti in tempi brevi per coprire le spese. L’impossibilità di creare un robot economico da mettere sul mercato, insieme al difficile rapporto tra i vari gruppi, avrebbe quindi spinto Alphabet a vendere Boston Dynamics.

Per completare il quadro negativo sono arrivate anche le critiche del team che gestisce le pubbliche relazioni. Il video della nuova versione di Atlas ha iniziato a destare preoccupazioni tra coloro che ipotizzano un futuro in cui i robot ruberanno il lavoro agli esseri umani. Un portavoce di Google X ha chiesto ai suoi colleghi di prendere le distanza dal video.

Amazon e Toyota, contattate da Bloomberg, non hanno voluto rilasciare nessuna dichiarazione. Entrambe le aziende hanno investito milioni di dollari nella robotica: Amazon usa i Kiva nei suoi magazzini, mentre Toyota usa diversi robot nelle linee produttive.

Fonte: Bloomberg • Notizie su: ,
Commenta e partecipa alle discussioni