QR code per la pagina originale

Xbox One, le app di Windows 10 arrivano in estate

Microsoft ha annunciato che le applicazioni universali su Xbox One arriveranno nel corso della prossima estate; maggiori dettagli saranno diramati a Build.

,

Microsoft avrebbe progettato di consentire agli sviluppatori di portare le loro applicazioni Windows 10 su Xbox One a partire dalla prossima estate. Sebbene maggiori dettagli sull’arrivo delle applicazioni universali di Windows 10 sulla console di punta della casa di Redmond saranno svelati durante la conferenza Build 2016 che inizierà il 30 marzo prossimo, Jason Ronald di Microsoft ha confermato che le app saranno disponibili a partire dall’estate anche se non è stata comunicata una data specifica.

Sebbene manchi una data esatta, è la prima volta che Microsoft si esprime ufficialmente sulle tempistiche sul prossimo step evolutivo della sua console di punta. Non è ancora chiaro, tuttavia, come sarà implementato il nuovo Windows Store all’interno della console Xbox One anche se il portavoce della casa di Redmond ha affermato che l’attuale store di Xbox si fonderà con il Windows Store di Windows 10. Microsoft, comunque, avrebbe progettato di rendere disponibili progressivamente nel corso dell’anno le applicazioni universali. Effettivamente il principale nodo da sciogliere sarà l’adattamento che le applicazioni dovranno subire per poter offrire un’esperienza d’uso convincente sulla console.

Le applicazioni universali sono sviluppate per poter adattarsi a tutti gli ambienti ma sono anche progettate per poter funzionare con mouse e tastiera o per l’interazione con il touch. Su Xbox One, invece, gli sviluppatori dovranno adattare le loro applicazioni affinché gli utenti possano interagire su di essere utilizzando il solo controller. Una sfida, dunque, non certamente banale anche se in passato Microsoft aveva ventilato la possibilità di offrire un supporto a mouse e tastiera per la sua Xbox One. Un supporto che potrebbe semplificare l’utilizzo delle app Windows 10 anche se questo richiederebbe che gli utenti debbano mettere ulteriormente mano al portafogli per acquistare due nuovi accessori.

Se ne saprà, comunque, di più tra due settimane a Build 2016.

Commenta e partecipa alle discussioni