QR code per la pagina originale

USA, dal 2022 freni automatici su tutte le auto

A partire dal 2022, tutti i modelli di auto che saranno venduti in America dovranno essere dotati di un sistema di frenata d'emergenza automatica.

,

Il 2022 sarà un anno molto importante per il mercato automobilistico americano perchè a partire da quella data tutte le auto saranno dotate di un sistema di frenata d’emergenza automatica. 20 case automobilistiche hanno, infatti, firmato uno storico accordo con le autorità che porterà a far si che entro il primo settembre del 2022, tutte le auto in vendita siano dotate di questo importante sistema di sicurezza.

L’accordo è stato siglato presso la Nhtsa (National Highway Traffic Safety Administration), sostanzialmente l’agenzia preposta alla sicurezza sulle strade statunitensi. Il mercato delle auto americane compie, dunque, un importante passo in avanti nel settore della sicurezza e nella diffusione dei sistemi a guida autonoma. Le case automobilistiche che hanno aderito a questo progetto sono: Audi, Bmw, Fca Us (divisione americana di Fiat Chrysler), Ford, General Motors, Honda, Hyundai, Jaguar Land Rover, Kia, Maserati, Mazda, Mercedes-Benz, Mitsubishi, Nissan, Porsche, Subaru, Tesla, Toyota, Volkswagen e Volvo.

Trattasi di un accordo che avrà importanti e positive conseguenze per i consumatori che potranno disporre tra pochi anni di un efficace sistema di sicurezza che sicuramente sarebbe arrivato molto più avanti nel tempo se non si fosse trovata l’intesa tra le autorità americane ed i produttori di auto.

I sistemi di frenata automatica, si ricorda, sfruttano una serie di sensori che identificano una potenziale fonte di rischio agendo automaticamente sull’auto frenandola per evitare l’ostacolo. Un sistema di sicurezza che dovrebbe consentire di rendere la guida più sicura e diminuire il rischio di incidenti.

Tali sistemi sono, in realtà, già presenti su alcuni modelli di auto ma solo quelli più costosi. Grazie a questo accordo, invece, tutti i modelli di auto disporranno di questo sistema di sicurezza.

Fonte: USA Today • Via: Il Sole 24 Ore • Notizie su:
Commenta e partecipa alle discussioni