QR code per la pagina originale

Google annuncia DoubleClick Dynamic Ad Insertion

Inserzioni pubblicitarie mirate per incontrare i gusti personali degli spettatori, anche in ambito televisivo, proprio come avviene nell'universo online.

,

In occasione dell’evento National Association of Broadcasters 2016 in corso Las Vegas, Google ha annunciato in via ufficiale DoubleClick Dynamic Ad Insertion. Un programma indirizzato ai broadcaster e a chi si occupa della distribuzione dei contenuti televisivi, una piattaforma che porta il concetto dell’advertising mirato nell’ambito TV, dove al contrario di quanto avviene online gli stacchi promozionali hanno sempre proposto le stesse pubblicità a tutto il pubblico, senza alcuna distinzione.

Le informazioni che emergono dal blog ufficiale parlano di un’adattabilità sia per i canali che trasmettono live che per quelli on-demand. Si tratta di una tecnologia sottoposta ad una prima fase di test con due eventi nel corso dell’ultimo anno: le finali della Rugby World Cup su TF1 e i dibattiti per le presidenziali del partito repubblicano su Fox News. Tramite DoubleClick for Publisher gli inserzionisti potranno garantire, ad esempio, che durante lo stesso break non vengano mostrate pubblicità di brand concorrenti o della stessa tipologia di prodotto (due automobili, due marchi di cereali ecc). Oppure, come spiega il filmato di presentazione di seguito, ad un utente tendenzialmente interessato ai viaggi è più probabile che venga mostrata la pubblicità relativa ad una crociera invece di quella che promuove un pick-up.

Il tutto potendo contare sulla scalabilità degli spot su qualsiasi tipologia di dispositivo: sono i sistemi cloud di Google ad occuparsi di inviare ad uno smartphone il flusso video ottimizzato per lo streaming in mobilità, mentre ad un televisore quello necessario per sfruttare al meglio la diagonale e la risoluzione del pannello. I primi partner annunciato al NAB 2016 sono Cablevision e Roku.

Un’altra iniziativa presentata è quella che permetterà di conoscere la programmazione di film e serie TV direttamente all’interno del motore di ricerca. Sarà sufficiente specificare il titolo di una pellicola o di uno show per veder comparire (nelle SERP) una scheda che indica dove poterlo vedere, a che ora e con quali modalità.

Fonte: Google Inside Search • Via: AdExchanger • Notizie su:
Commenta e partecipa alle discussioni