QR code per la pagina originale

YouTube: Bumpers ads, le inserzioni da sei secondi

Il team al lavoro su YouTube annuncia l'arrivo dei cosiddetti Bumper ads, inserzioni pubblicitarie da sei secondi che gli utenti non potranno saltare.

,

È con un post sul blog ufficiale della piattaforma firmato da Zach Lupei, Product Manager della divisione Video Ads, che YouTube annuncia oggi l’imminente arrivo di un nuovo formato di inserzioni pubblicitarie: si chiamano Bumper e si tratta essenzialmente di filmati molto brevi, dalla durata pari a sei secondi, che gli utenti non potranno in alcun modo saltare (anche perché difficilmente ne avranno il tempo).

Una nuova strategia messa in campo dal servizio di streaming, indirizzata in particolare a catturare l’attenzione di coloro che sono soliti visualizzare i filmati in mobilità, su smartphone e tablet, facendo della rapidità un dogma. Secondo YouTube, il 50% delle persone di età compresa tra 18 e 49 anni preferisce affidarsi ai dispositivi mobile per la riproduzione dei video. Inoltre, una gran parte dei filmati visti è relativa a clip di brani musicali, dunque questa particolare tipologia di advertising potrebbe trovare estimatori proprio nell’ambito dell’industria discografica, sempre più dipendente dallo streaming.

Ci piace pensare ai Bumper ads come a dei piccoli haiku formati da inserzioni video e siamo ansiosi di vedere cosa la community di creativi riuscirà a farci. Potrete utilizzare i Bumper dal mese di maggio contattando i vostri responsabili vendite di Google. Restate sintonizzati per l’arrivo di altri formati pubblicitari studiati per adattarsi alle modalità con le quali le persone guardano i video, oggi e in futuro.

Qui sopra è possibile vedere un primo esempio di Bumper. Il debutto ufficiale, come già detto, è previsto per le prossime settimane, più precisamente nel mese di maggio. Va precisato che questa nuova tipologia di pubblicità non va in alcun modo a sostituire quella tradizionale, ovvero quella costituita da video dalla durata superiore riprodotti prima del filmato richiesto dall’utente, che continuerà a poter essere saltata (attraverso il pulsante “skip”) dopo alcuni secondi.

Fonte: Google Inside AdWords • Via: The Verge • Notizie su: ,
Commenta e partecipa alle discussioni