QR code per la pagina originale

Periscope salva lo streaming video per sempre

Periscope ha avviato il test di una funzionalità che permette di salvare gli stream video in maniera permanente, quindi per un durata maggiore di 24 ore.

,

Periscope è il servizio di live streaming più popolare del mondo, ma negli ultimi mesi sono apparsi concorrenti molto agguerriti, in particolare Facebook Live. L’unico modo per non perdere la leadership è aggiungere nuove funzionalità, molte delle quali richieste dagli utenti. Ecco perché ora è possibile conservare i video per sempre, proprio come avviene sul servizio di Facebook.

Periscope permette di seguire lo streaming in diretta e di riprodurre i replay per le successive 24 ore. Scaduto questo termine, il video scompare dalla piattaforma. Gli utenti possono eventualmente salvare la trasmissione sullo smartphone o su un servizio di hosting, come YouTube o Vimeo, ma si tratta comunque di una soluzione scomoda che, nel primo caso, comporta anche uno spreco di spazio. La nuova funzionalità, disponibile a tutti come parte di un test beta pubblico, consente di salvare i video in maniera permanente, aggiungendo nel titolo la keyword #save.

Gli stream salvati saranno visibili nel profilo dell’utente e i link condivisi su Twitter rimarranno attivi per sempre. Il CEO Kayvon Beykpour ha annunciato la novità su Periscope, dichiarando inoltre che l’azienda sta sviluppando controlli per consentire la conservazione dei video per un periodo di tempo più lungo e più breve delle 24 ore. Ovviamente è ancora possibile eliminare gli stream manualmente.

Dato che Periscope e Facebook Live offrono funzionalità piuttosto simili, le uniche differenze sono rappresentate dal numero di utenti e dal modo in cui è possibile accedere al servizio. Periscope è legato a Twitter (oltre 300 milioni di utenti), ma lo streaming non può essere avviato dall’interno del social network. Facebook Live ha invece un pubblico più ampio (oltre 1,6 miliardi di utenti), essendo completamente integrato in Facebook.

Fonte: TechCrunch • Via: The Verge • Notizie su: ,
Commenta e partecipa alle discussioni