QR code per la pagina originale

Outlook.com non supporta più Windows Live Mail

Microsoft consiglia di passare a Mail per Windows 10: dopo il 30 giugno non sarà più possibile accedere all'account Outlook.com da Windows Live Mail 2012.

,

Il nuovo Outlook.com, annunciato a febbraio, è finalmente disponibile anche in Italia, dopo una distribuzione piuttosto travagliata. Il rollout è avvenuto molto lentamente perché Microsoft ha modificato profondamente l’architettura del servizio di posta elettronica. Questo cambiamento avrà anche conseguenze per il noto client Windows Live Mail 2012.

L’azienda di Redmond ha comunicato che oltre 175 milioni di account sono stati aggiornati e milioni di utenti usano già la nuova versione di Outlook.com. Per garantire maggiori prestazioni, sicurezza e affidabilità, il servizio è ora basato sull’infrastruttura di Office 365. Dato che Windows Live Mail 2012 non supporta i nuovi protocolli, gli utenti non potranno più inviare e ricevere email Outlook.com dall’applicazione inclusa nel pacchetto Windows Essentials 2012. Ciò comporta l’obbligo di usare un altro client per la gestione della posta elettronica.

Microsoft suggerisce di passare all’app Mail inclusa in Windows 8.1 e Windows 10. È sufficiente aggiungere l’account Outlook.com, inserendo email e password. Mail non è tuttavia compatibile con Windows 7, quindi gli utenti che usano Windows Live Mail 2012 sul vecchio sistema operativo devono scegliere la versione web di Outlook.com oppure installare un client di terze parti.

È possibile eventualmente sfruttare l’offerta che consente di effettuare l’upgrade gratuito a Windows 10 fino al 29 luglio 2016. Un’altra possibilità è sottoscrivere l’abbonamento ad Office 365 Personal (gratuito per un anno) e usare Outlook 2016. La suite di produttività include anche Word, Excel e PowerPoint. La scelta deve essere effettuata entro il 30 giugno 2016. Dopo questa data, l’account Outlook.com non sarà più accessibile da Windows Live Mail 2012.

Fonte: Microsoft • Notizie su: ,
Commenta e partecipa alle discussioni