QR code per la pagina originale

Google I/O 2016: le novità attese

Tanta carne al fuoco in vista del Google I/O 2016: domani sera, a salire sul palco per il keynote di apertura, sarà il CEO del gruppo Sundar Pichai.

,

Domani, alle 19:00 (ora italiana), Sundar Pichai salirà sul palco dell’Antifiteatro Shoreline di Mountain View per aprire ufficialmente il Google I/O 2016. Il CEO del gruppo introdurrà il keynote e darà il via ad una tre giorni ricca di appuntamenti, conferenze, incontri e dibattiti rivolti in primo luogo alla community di sviluppatori, ma utili anche per dare uno sguardo in anteprima alle prossime evoluzioni del business legato a bigG. Sarà possibile seguire l’evento in diretta streaming, senza dover prendere un aereo e volare in California.

Android VR

Per quanto riguarda le novità attese, non si può far altro che riferirsi a indiscrezioni e rumor trapelati in Rete nell’ultimo periodo. Con tutta probabilità il focus sarà sulla realtà virtuale, un territorio già esplorato da Google sia con Cardboard che con la fondazione di un’apposita divisione. Alcune voci di corridoio hanno parlato di Android VR, una piattaforma completamente inedita che sarà alla base dei dispositivi next-gen. Così come Android Wear è confezionato su misura per supportare al meglio le funzionalità degli smartwatch, il nuovo sistema operativo sarà indirizzato ai visori.

Project Tango

Dalla realtà virtuale alla realtà aumentata, un ambito in cui Project Tango ha intenzione di dire la propria. La tecnologia, inizialmente sviluppata dal team ATAP (Advanced Technology and Projects), sarà integrata in uno smartphone prodotto da Lenovo in arrivo sul mercato entro l’estate e consentirà di effettuare la mappatura 3D degli ambienti attraverso una particolare configurazione di fotocamere e sensori. In questo modo, sarà possibile collocare elementi virtuali all’interno delle location scansionate per applicazioni che vanno dal gaming alla produttività.

Android N

Naturalmente si parlerà di Android N, prossima evoluzione del sistema operativo mobile. Google potrebbe svelarne il nome definitivo (Nutella è una delle possibilità). Tra le novità introdotte si ricordano il supporto alla modalità split-screen e una gestione rivista per le notifiche.

Chrome OS e app Android

Nelle scorse settimane si è parlato della possibile compatibilità delle applicazioni Android con il sistema operativo Chrome OS equipaggiato dai computer della linea Chromebook. Nulla di confermato, per il momento, ma un’iniziativa di questo tipo avvicinerebbe le due piattaforme, nel nome di una convergenza già più volte ipotizzata e finora sempre smentita.

Altre novità potrebbero riguardare Chirp, un presunto rivale dello smart speaker Amazon Echo, il servizio di comunicazione Hangouts e il sistema di pagamenti Android Pay. Non resta che attendere la serata di domani per saperne di più.

Fonte: 9to5Google • Notizie su: ,
Commenta e partecipa alle discussioni
  • 17/05/2016 alle 12:24 #552685

    OscarC
    Membro

    “Altre novità potrebbero riguardare … il servizio di comunicazione Hangouts” saranno riusciti a farlo funzionare?