QR code per la pagina originale

Google I/O 2016: i numeri di bigG

Tutti i numeri di Google, svelati sul palco dell'evento I/O 2016: dai Chromecast venduti ai visori Cardboard distribuiti, fino alla piattaforma Foto.

,

Quale occasione migliore dell’I/O 2016 per condividere numeri ufficiali su tutto ciò che riguarda l’ecosistema di bigG? Google ha approfittato dell’attenzione mediatica riservata al keynote d’apertura per ufficializzare qualche statistica aggiornata a proposito dei propri servizi, delle applicazioni, dei prodotti e delle piattaforme fornite all’utenza.

Chromecast

Si parte da Chromecast. Il dongle votato alla multimedialità, dallo scorso anno disponibile sia nella versione HDMI da connettere al televisore che nella declinazione Audio per portare lo streamimg musicale su qualunque speaker in ambito domestico. Il gruppo di Mountain View dichiara di averne venduti, fino ad oggi, un totale pari a 25 milioni di unità. Alla base del successo ottenuto da Chromecast ci sono la profonda integrazione con le app del sistema operativo Android (e iOS), il supporto da parte della community di sviluppatori e un prezzo di vendita contenuto.

Google Foto

Nata sulle ceneri di Picasa, la piattaforma Google Foto offre una gestione avanzata delle immagini e dei video catturati con lo smartphone. Un servizio per la fotografia ai tempi del mobile, che ad un solo anno dal debutto conta 200 milioni di utenti mensili, a testimonianza della bontà delle feature proposte. Tra quelle più interessanti, uno spazio illimitato per lo storage e il backup.

Smartphone Android

Nel corso dell’ultimo anno sono stati lanciati sul mercato ben 600 nuovi smartphone Android. Una cifra che testimonia la versatilità del sistema operativo, capace di adattarsi tanto ai dispositivi top di gamma quanto a quelli low-end alla portata di tutte le tasche.

Speciale: Android N

Google Play

Un totale pari a 65 miliardi di applicazioni scaricate dalla piattaforma Play Store, riversate su smartphone e tablet per soddisfare qualsiasi tipo di esigenza: dal gaming alla produttività, dalla gestione dei contenuti multimediali alla comunicazione. C’è un’app per ogni momento.

La scheda dell'applicazione AIDA64 su Play Store, che segnala la presenza di pubblicità

La scheda dell’applicazione AIDA64 su Play Store, che segnala la presenza di pubblicità (immagine: Phandroid).

Cardboard

Il visore Cardboard ha permesso a Google di muovere i primi passi nel campo della realtà virtuale, iniziando un percorso che ha portato ieri alla presentazione della piattaforma Daydream. Le applicazioni VR scaricate sono al momento 50 milioni, ma il numero è destinato a salire in futuro.

Chrome

La versione mobile di Chrome conta un miliardo di utenti attivi mensilmente. Il browser di Mountain View va forte anche su smartphone e tablet, grazie a feature come la sincronizzazione tra i dispositivi usati e la compressione dei contenuti che riduce il traffico dati generato durante la navigazione.

Commenta e partecipa alle discussioni