QR code per la pagina originale

Volantino MediaWorld: tasso zero in 25 rate

MediaWorld lancia il nuovo volantino valido sino al 5 giugno in cui spiccano prodotti high tech acquistabili tutti in 25 rate mensili a tasso zero.

,

MediaWorld ha lanciato un nuovo volantino che sarà valido sino al giorno 5 giugno. All’interno del volantino, MediaWorld suggerisce molti prodotti appartenenti alle più disparate categorie come smartphone, tablet, TV, computer, gadget e tanto altro ancora. Tutti prodotti acquistabili anche in comode 25 rate a tasso zero. Tra gli smartphone, la catena di elettronica suggerisce il nuovo Samsung Galaxy S7 Edge a 829 euro, oppure l’iPhone 6S 64 GB a 779 euro. Presenti all’interno del volantino anche l‘LG G5 a 699 euro ed il Huawei P9 a 599 euro.

Tra i computer si evidenzia il convertibile 2-in-1 Windows 10 di Microsoft Surface Pro 4 che nella declinazione con 8 GB di memoria RAM e SSD da 256 GB è proposto, senza Type Cover, a 1299 euro. Tra i PC “classici” si evidenzia, anche, l’HP PAVILION 15-AB234NL con processore Intel Core i7 e ben 12 GB di memoria RAM al prezzo di 749 euro. Gli appassionati di fotografia potranno optare, invece, sulla reflex Nikon D5200 con obiettivo 18-140mm stabilizzato al prezzo di 649,99 euro. Tantissime, inoltre, le proposte per chi ama l’alta definizione e vuole comparsi un nuovo televisore in vista delle molte competizioni sportive della prossima estate.

Per esempio, lo Smart TV SAMSUNG UE55J6300AKXZT con schermo da 55 pollici è proposto da MediaWorld al prezzo di 699 euro. Oppure, si segnala anche il TV LG 49LF590V con schermo da 49 pollici IPS al prezzo di soli 499 euro.

Infine, si evidenziano molti gadget high tech ed accessori per i PC, oltre a prodotti di grandi marche per la casa.

Commenta e partecipa alle discussioni
  • 27/05/2016 alle 14:51 #557851

    rico
    Membro

    A parte il fatto che il link del volantino che avete dato si riferisce ad un televisore LG, quello vero è questo: http://volantino.mediaworld.it/26_2016.php

    Inoltre il “tasso zero” non è una gran cosa, visto che l’inflazione è vicina allo zero. Anzi, espone l’utente a una bella raccolta di dati personali.