QR code per la pagina originale

Outlook sbarca su Microsoft Hololens

Microsoft ha annunciato l'arrivo dell'app Posta e Calendario di Outlook anche su Hololens; la posta e gli impegni si potranno gestire virtualmente.

,

Microsoft Hololens, il visore per la realtà aumentata della casa di Redmond, punta a diventare per il futuro un nuovo strumento per la produttività. Proprio per questo non poteva mancare il supporto alla posta elettronica ed al calendario. Microsoft ha, infatti, annunciato un nuovo aggiornamento per l’applicazione universale Posta e Calendario di Outlook che adesso è diventata compatibile con la piattaforma Windows Holografic.

Tutti i fortunati possessori delle developers edition dell’Hololens potranno, dunque, gestire il loro account di posta e i loro appuntamenti direttamente dal visore per la realtà aumentata. Grazie a questa novità, il visore migliora sensibilmente la sua produttività potendo, già adesso, accedere ad importanti risorse come il browser Edge. Grazie all’ultimo update, inoltre, gli utenti potranno utilizzare con maggiore facilità periferiche Bluetooth come mouse e tastiere e dunque gestire la corrispondenza elettronica potrà diventare molto facile.

Outlook sbarca su Microsoft Hololens

Outlook sbarca su Microsoft Hololens (immagine: Microsoft).

Installare l’applicazione di Posta e Calendario è molto semplice. Gli utenti dovranno avviare il Windows Store all’interno di Hololens e ricercare l’app “Outlook Mail and Calendar“. Una volta trovata potranno tranquillamente scaricarla ed installarla per poi cominciare ad utilizzarla. L’applicazione è, ovviamente, gratuita. Essendo un’applicazione universale, inoltre, potrà ricevere con frequenza miglioramenti ed aggiornamenti come la controparte per PC o per dispositivi mobile.

Hololens, si ricorda, non è ancora stato messo ufficialmente in vendita alle masse ma è disponibile solo per gli sviluppatori al prezzo di 3000 dollari. Microsoft, tuttavia, crede fortemente in questo settore ed ha, di recente, annunciato la piattaforma “mixed reality” che punta far interagire i visori per la realtà aumentata con quelli per la realtà virtuale oltre a consentire ad altri produttori di realizzare dispositivi per queste particolari nicchie di mercato.

Commenta e partecipa alle discussioni