QR code per la pagina originale

Microsoft potrebbe trasformare i PC in una Xbox

Con la sempre più stretta integrazione tra l'Xbox One e i PC grazie a Windows 10, in futuro i computer potrebbero diventare delle console vere e proprie.

,

La prossima settimana, con l’inizio dell’evento E3 2016, Microsoft scoprirà le carte sul futuro della sua console Xbox One. Con le vendite non all’altezza della Play Station 4, Microsoft ha iniziato a concentrarsi sull’integrazione del mondo PC con quello della console. I primi segnali di questa unificazione erano arrivati proprio con il lancio dell’Xbox One che come base software utilizzava Windows 8. Strada che è diventata ancora più evidente con l’aggiornamento a Windows 10.

Con il debutto della nuova piattaforma, infatti, Microsoft ha iniziato ad avvicinare sempre di più il mondo dei PC con quello della console. Integrazione delle due realtà che diventerà ancora più forte con il debutto di Windows 10 Anniversary Update che porterà alla unificazione degli store di Xbox e di Windows e segnerà il debutto delle applicazioni universali su Xbox One. Tra qualche mese, dunque, su Xbox One potrebbero arrivare molte applicazioni oggi presenti solo sui PC che arricchiranno l’esperienza d’uso degli utenti. Inoltre, grazie alla piattaforma universale, la possibilità di giocare agli stessi giochi sia sui PC che su console renderà il futuro del gaming targato Microsoft molto interessante.

Microsoft, inoltre, sta attualmente lavorando su un progetto segreto interno, nome in codice Helix. Progetto che punterebbe a rendere sempre più stretto il rapporto tra la console e i PC. Lavoro che si concretizzerà con i futuri aggiornamenti di Windows 10 che saranno rilasciati nel corso dei prossimi mesi e nel prossimo anno. Microsoft punta a voler abilitare funzioni avanzate come, per esempio, arrivare a riprodurre i giochi in streaming su un PC senza bisogno di una console.

Parte di questo progetto potrebbe prevedere il porting di una parte dell’interfaccia e della piattaforma della console all’interno dei PC. Siccome la base è sempre Windows 10, Microsoft dovrebbe solamente renderla adatta all’utilizzo con mouse e tastiera.

In altri termini, la casa di Redmond potrebbe trasformare ogni PC in una console Xbox in grado di eseguire tutti i più recenti titoli.

Se davvero tutti i giochi potranno essere giocati alla medesima maniera sia su Xbox che su PC grazie alla piattaforma universale questo rappresenterà un importante boost per il settore gaming di Microsoft.

Dubbi e ipotesi che probabilmente la prossima settimana Microsoft risolverà all’E3 dove sono attese anche altre novità come una versione slim dell’attuale Xbox One e due dispositivi per lo streaming sempre targati Xbox.

Commenta e partecipa alle discussioni