QR code per la pagina originale

Technology for Good, Microsoft incontra le NGO

Microsoft ha incontrato a Roma le organizzazioni non profit che operano nel Terzo Settore, offrendo strumenti cloud gratuiti per la gestione delle attività.

,

Questa mattina ha avuto luogo a Roma, nella sala Pietro da Cortona dei Musei Capitolini, l’incontro annuale Technology for Good 2016 per il Terzo Settore. L’evento, promosso da Microsoft in collaborazione con Fondazione Mondo Digitale, Fondazione Cariplo e TechSoup, ha visto la partecipazione di esponenti delle istituzioni e di organizzazioni non profit impegnate nei diversi ambiti del sociale. L’azienda di Redmond fornirà gratuitamente alle NGO tre soluzioni cloud: Office 365 con PowerBI, Enterprise Mobility Suite e Dynamics CRM Online.

Microsoft sostiene da diversi anni lo sviluppo del Terzo Settore, consentendo alle organizzazione non governative di ottenere maggiori risultati dalle loro attività, grazie all’innovazione e all’adozione del cloud computing. Microsoft Philanthropies, in particolare, è l’iniziativa attraverso la quale l’azienda di Redmond consente l’accesso gratuito alle moderne tecnologie. Durante l’evento di Roma sono state condivise esperienze, progetti e riflessioni sull’importanza dei servizi cloud per le realtà che operano nel sociale.

IRFID Onlus ha sviluppato l’applicazione LIAR, un sistema di comunicazione per soggetti autistici, grazie all’utilizzo di sintesi vocale e sensori NFC. E’ stata progettata e sviluppata da psicologi su piattaforma .NET con gli strumenti di sviluppo gratuiti messi a disposizione da Microsoft e con il supporto della community MSDN. L’estrema usabilità di Windows 10 ha inoltre permesso a terapisti e genitori di creare e condividere librerie di immagini da far usare ai piccoli, attraverso il servizio di cloud storage OneDrive.

Fondazione Banco Alimentare ONLUS aveva la necessità di aumentare la collaborazione e la comunicazione tra le 21 sedi nazionali e tra tutti gli utenti. Grazie al programma di donazione TechSoup e ad Office 365, l’organizzazione ha attivato una casella di posta accessibile da PC, tablet e smartphone, un sistema di comunicazione e messaggistica istantanea con Skype for Business ed uno spazio di condivisione dei documenti con SharePoint.

La Comunità di Sant’Egidio ha invece utilizzato la tecnologia cloud basata su Office 365 come servizio di integrazione sociale per le comunità di accoglienza e per le missioni all’estero per i progetti Dream (lotta all’AIDS) e Bravo (iscrizione anagrafica).

L’integrazione di nuovi strumenti di lavoro annunciata oggi permetterà di incrementare l’efficienza delle attività e di garantire una grande autonomia di gestione, anche da parte di risorse non esperte di ICT. In particolar, Power BI consentirà di raccogliere, organizzare, analizzare e leggere i dati in modo semplice e intuitivo; Enterprise Mobility Suite, piattaforma di gestione dei device e delle app in mobilità, abiliterà un accesso selettivo al patrimonio aziendale; Dynamics CRM Online, soluzione di customer relationship management, supporterà la creazione e la gestione di relazioni di lungo termine con tutti i diversi stakeholder coinvolti nella vita delle organizzazioni non profit.

Notizie su:
Commenta e partecipa alle discussioni