QR code per la pagina originale

Siri svela anzitempo l’arrivo su macOS

A poche ore dall'inizio ufficiale della WWDC, Siri si lascia sfuggire l'imminente arrivo su macOS: è bastato porre la giusta domanda all'assistente vocale.

,

Mancano pochissime ore all’evento inaugurale della WWDC 2016: alle 19 di questa sera, fuso italiano, si potranno infatti scoprire le novità per iOS, tvOS, watchOS e il ribattezzato macOS. Eppure, nonostante la vicinanza con il keynote, qualche gustosa anticipazione è stata resa nota, forse per sbaglio, dall’assistente vocale Siri. Pare sia stato sufficiente porre alla voce robotica di iPhone la giusta domanda, per ottenere la conferma del suo imminente approdo su Mac.

Della possibilità Siri possa sbarcare anche su OS X, un sistema operativo a quanto pare rinominato in macOS, si parla ormai da diverse settimane. L’assistente vocale potrebbe apparire con un’applicazione dedicata posizionata a fianco del Finder, comprensiva di tutte le funzioni già note su iOS. Da Cupertino non giunge ovviamente alcuna conferma, in attesa dell’evento di questa sera, ma è la stessa voce dei dispositivi portatili Apple ad aver lasciato intendere più del dovuto. Posta la domanda corretta, infatti, Siri si è fatta sfuggire delle informazioni ancora per qualche ora riservate.

Così come apparso sui social network nella giornata di ieri, basta chiedere alla versione inglese di Siri di “aprire le preferenze in una nuova finestra”, per sentirsi rispondere una frase più che significativa:

Non mi sembra tu abbia un’app chiamata “Finder”.

Naturalmente, la domanda posta su iPhone porta a questo risultato poiché iOS non è dotato di un Finder, caratteristica questa esclusiva di OS X, o macOS che dir si voglia. Non è però tutto, poiché se viene richiesto all’assistente di “scurire la barra dei menu”, in riferimento alla modalità Dark Mode, il risultato è analogo:

Mi spiace, ma non sono ancora in grado di modificare questa impostazione.

Non resta quindi che attendere l’evento di questa sera, in streaming a partire dalle 19 sul sito ufficiale Apple, per scoprire tutte le novità che coinvolgeranno Siri, macOS e tutti gli altri sistemi operativi targati mela morsicata. L’evento dovrebbe durare un paio di ore, così come confermato dalla pagina dedicata alla WWDC sul sito ufficiale della società di Cupertino.

Commenta e partecipa alle discussioni