QR code per la pagina originale

Vodafone e PayPal per i pagamenti cashless

Vodafone e Paypal hanno stretto un accordo nel segno del cashless; gli utenti Vodafone Pay potranno pagare utilizzando il loro account PayPal.

,

Vodafone spinge sull’acceleratore nel segmento dei pagamenti cashless stringendo un importante accordo con PayPal. Grazie a questa partnership, i clienti dell’operatore che utilizzano Vodafone Pay potranno effettuare pagamenti contactless tramite smartphone Android in negozi, ristoranti e altre attività commerciali utilizzando un account PayPal ovunque siano accettate le carte Visa contactless.

Dunque, grazie a questo accordo, i clienti Vodafone possono utilizzare Vodafone Pay ed il loro account PayPal per pagare beni e servizi attraverso tutti i POS Visa contactless presenti nel territorio nazionale, e nei milioni POS contactless che accettano carte Visa a livello mondiale, tenendo semplicemente il proprio smartphone vicino al terminale di pagamento. Per pagare con Vodafone Pay, infatti, i clienti possono effettuare l’acquisto semplicemente avvicinando il telefono al POS contactless , senza dover aprire l’applicazione. Per tenere traccia di tutti i pagamenti, dopo ogni acquisto, il cliente riceve immediatamente una notifica con l’esito dell’operazione e può anche accedere all’app Vodafone Pay con lo storico degli acquisti effettuati, i dettagli di spesa, luogo e data. È possibile verificare i pagamenti effettuati anche attraverso la sezione dedicata del sito e della app PayPal, che mostrano tutte le attività in-store e online. Durante i pagamenti, i dati sono custoditi all’interno della SIM NFC e non vengono mai salvati sul telefono.

In questo modo, in caso di smarrimento dello smartphone, è sufficiente chiamare il numero del servizio clienti Vodafone per bloccare la SIM e il servizio Vodafone Pay. PayPal offre inoltre la protezione venditori per offrire pagamenti ancora più convenienti e sicuri.

Trattasi di una soluzione cashless che apre orizzonti interessanti per i pagamenti in mobilità in Italia. Un settore in cui anche le aziende italiane hanno saputo innovare e nel settore si ricorda il caso di Satispay, una startup italiana che offre la possibilità di effettuare micropagamenti con il proprio smartphone senza alcun costo né per l’utente, né per l’esercente.

Attualmente, in Italia, 1 POS su 4 ha tecnologia contactless, con un aumento del 100% rispetto al 2014 che la posiziona tra i primi paesi per diffusione di terminali contactless e carte. Gli italiani che hanno uno smartphone abilitato ai pagamenti contactless sono oltre 16 milioni, con un incremento del 33% rispetto al 2014.

Si ricorda, infine, che Vodafone Pay è il primo servizio in Italia che permette di utilizzare il proprio smartphone per i pagamenti in mobilità e permette ai consumatori di aggiungere tutte le carte di credito Visa e MasterCard, la maggior parte delle prepagate e, da oggi, anche il proprio account PayPal. Vodafone Pay è la sezione dedicata ai pagamenti dell’applicazione Vodafone Wallet, disponibile su Google Play e compatibile con la maggior parte degli smartphone con sistema operativo Android dotati di SIM NFC Vodafone.

Notizie su:
Commenta e partecipa alle discussioni