QR code per la pagina originale

Facebook: meno Pagine, più amici

Facebook ha modificato nuovamente l'algoritmo del News Feed dando maggiore priorità ai contenuti condivisi dagli utenti rispetto a quelli degli editori.

,

Facebook ha annunciato di aver messo mano nuovamente all’algoritmo che sovrintende il News Feed con l’obiettivo dichiarato di dare maggiore priorità ai messaggi degli amici e dei famigliari piuttosto che a quelli degli editori. Trattasi della seconda volta negli ultimi anni in cui il social network si è impegnato a modificare il News Feed per dare priorità ai messaggi delle persone. Nell’aprile dello scorso anno, infatti, Facebook annunciò di aver modificato l’algoritmo del News Feed dando minore priorità agli editori e oggi torna ad incidere nella medesima direzione: più amici, meno Pagine.

Contestualmente, però, al tempo Facebook iniziò a promuovere la condivisione dei video per gli editori offrendo a questi ultimi una nuova strada per continuare a crescere all’interno della piattaforma. La modifica odierna è quindi di quelle importanti perché Facebook è oggi un vero e proprio polo per l’informazione e molti editori “vivono” grazie al traffico che arriva dalle loro Pagine sl social network. Un evidente calo di traffico dipeso dalle modifiche del News Feed potrebbe far controllare i modelli di business di molti siti informativi che si troverebbero pertanto fortemente penalizzati non solo nei numeri complessivi, ma anche nelle entrate pubblicitarie conseguenti. Va da sé che modelli di business incentrati su algoritmi sotto il controllo altrui nascono su un terreno troppo fragile, ma al tempo stesso il difficile scenario editoriale online ha portato a Facebook quasi come ad una scelta obbligata per molti.

Investire sul coinvolgimento

La modifica annunciata oggi dal social network permetterà di dare maggiore visibilità ai link condivisi dagli amici e familiari sui collegamenti che gli editori condividono direttamente nel News Feed attraverso le loro Pagine. Un link condiviso da un editore avrà, dunque, minore priorità rispetto a quelli condivisi dagli utenti. Tale mossa ha effetti collaterali evidenti che andranno giocoforza a pesare sulla composizione dei messaggi veicolati sul network: la nuova formulazione dovrebbe infatti favorire l’interazione tra gli iscritti del social network, il che si tramuta per via diretta nella necessità di veicolare messaggi più coinvolgenti se si intendono intercettare visibilità e traffico. Lo stesso Facebook evidenzia, del resto, come l’obiettivo delle modifiche sia quello di dare maggiore priorità ai contenuti che potrebbero interessare maggiormente agli utenti e il messaggio ai social media manager è limpido:

Lo specifico impatto sulla distribuzione delle tue Pagine e altre metriche possono variare in base alla composizione della tua audience. Per esempio, se gran parte del tuo traffico referral è il risultato di persone che condivisono i tuoi contenuti e i loro amici interagiscono su questi ultimi, allora avrai un piccolo impatto rispetto a coloro i quali ricevono la maggior parte del traffico direttamente dai propri Post. Incoraggiamo le Pagine a postare cose che l’utenza ama condividere con i propri amici.

Per il social network, comunque, l’evoluzione del News Feed è ancora all’inizio in quanto solo l’1% del lavoro sarebbe già stato fatto: è lecito attendersi l’arrivo di molte altre modifiche nel corso del tempo. In definitiva, la modifica all’algoritmo permetterà di dare maggiore priorità alle condivisioni degli utenti penalizzando il traffico diretto generato dalle Pagine e questo inciderà su tutte le pagine pur se con ampia difformità. Le pagine che condividono link senza cercare interazione vedranno affievolirsi la propria vetrina social. Coloro i quali caricano contenuti originali, con ogni probabilità la vedranno ampliarsi. In questo mix Facebook conferma la propria naturale vocazione a stimolare la creazione di contenuti e viralità, contagiando la community attraverso le interazioni: il coinvolgimento è l’adrenalina del network e coloro i quali intendevano approfittare della piattaforma con modalità passive dovranno desistere e investire in creatività.

Le modifiche saranno implementate all’interno della piattaforme nel corso delle prossime settimane.

Fonte: Facebook • Via: The Verge • Immagine: GokGak / Shutterstock.com • Notizie su: , ,
Commenta e partecipa alle discussioni