QR code per la pagina originale

Con Google Keep ritrovare gli appunti è più facile

Una nuova funzionalità introdotta da Google nel servizio Keep rende più semplice trovare appunti e promemoria anche se non sono stati utilizzati i tag.

,

Parte integrante della piattaforma Drive ormai da anni, Google Keep è uno strumento utile per prendere appunti e promemoria, sia quando ci si trova alla scrivania davanti al monitor del computer che in mobilità attraverso gli schermi touch di smartphone e tablet. Il servizio offerto dal gruppo di Mountain View migliora costantemente, con l’introduzione di funzionalità inedite: quella odierna è dedicata al sistema di ricerca per gli elementi creati.

Grazie a questa nuova caratteristica gli utenti possono ritrovare facilmente testi o elenchi puntati salvati in passato, anche se non sono stati contrassegnati con tag o etichette. Keep genera infatti, in modo del tutto automatico, macrocategorie come “Cibo”, “Luoghi” o “Viaggi” all’interno delle quali raccogliere i post-it virtuali in base all’argomento trattato. Il funzionamento è ben illustrato dal filmato dimostrativo in streaming di seguito, condiviso su Twitter da bigG. La feature sarà disponibile a breve sia all’interno delle applicazioni mobile (disponibili per Android e iOS) in seguito ad un aggiornamento che sull’interfaccia Web raggiungibile all’indirizzo keep.google.com.

Google Keep è organizzato. La ricerca crea “automagiamente” argomenti come libri, cibo e citazioni su Android, iPhone e Web.

Da bigG non sono giunte spiegazioni in merito al metodo impiegato per la catalogazione degli elementi, ma con tutta probabilità di tratta di un algoritmo che passa in rassegna le parole contenute in ognuno per estrapolarne quelle che possono essere ritenute keyword riconducibili ad un determinato tema.

Lo scorso anno Google Keep ha introdotto la modalità Disegno, che permette di utilizzare penne, pennarelli ed evidenziatori virtuali per tracciare linee direttamente sul display di smartphone e tablet, come si farebbe su un foglio di carta. Qui sotto un esempio.

Test per la modalità Disegno introdotta nell'app di Google Keep

Test per la modalità Disegno introdotta nell’app di Google Keep

Fonte: Google Docs su Twitter • Via: Engadget • Notizie su:
Commenta e partecipa alle discussioni