QR code per la pagina originale

Come fare backup delle foto delle vacanze?

Gli italiani in vacanza scatteranno molte foto e potranno utilizzare il cloud per effettuare copie di backup per non saturare la memoria degli smartphone.

,

L’estate 2016 è iniziata e tra poco arriveranno le tante agognate ferie estive. Al mare come ai monti, gli italiani potranno passare un paio di settimane di relax per ricaricarsi in vista del nuovo anno lavorativo. Durante le ferie sicuramente gli italiani scatteranno molte foto per immortalare i loro ricordi più belli. Rispetto agli anni scorsi, fotografia equivale sempre di più a dispositivi mobile. La classica compatta digitale è stata, infatti, messa da parte in favore degli smartphone, più comodi da portare con se e che oggi offrono prestazioni fotografiche decisamente molto buone. Scattare tante foto significa, però, anche rischiare di saturare rapidamente la memoria del proprio dispositivo mobile.

Per avere sempre le foto a disposizione senza, però, riempire la memoria del telefono o la memory card interna, è possibile utilizzare i servizi cloud dove gli utenti potranno effettuare un backup degli scatti per averli sempre a disposizione. Il cloud, oggi, è una realtà consolidata e grazie alla possibilità di creare account gratuiti che offrono una certo quantitativo di spazio online, gli utenti possono utilizzarli come meglio credono per salvare le loro foto online o anche per altri utilizzi. Inoltre, alcuni sistemi cloud offrono specifiche funzionalità avanzate che permettono di effettuare un backup automatico delle foto. Dunque, ad ogni scatto, una copia digitale sarà salvata direttamente online.

iCloud

iCloud è il servizio cloud di Apple perfettamente integrato in iOS ma utilizzabile esclusivamente per i dispositivi della mela morsicata. Gratuitamente, gli utenti possono disporre di 5GB di spazio da utilizzarsi per salvare dati, contatti, immagini e tanto altro ancora. Il backup automatico delle foto può essere configurato direttamente dal dispositivo Apple ed in caso di bisogno di maggiore spazio è possibile ampliarlo a pagamento.

Dropbox

Tra i più noti servizi cloud, Dropbox offre di base solamente 2GB di spazio espandibile sia gratuitamente effettuando alcune operazioni particolari, oppure a pagamento attraverso piani upgrade. Disponibile per tutte le principali piattaforme mobile, l’app permette di abilitare il caricamento automatico delle foto una volta scatatte. Molto interessante la possibilità di creare album fotografici direttamente dall’app utilizzando le foto salvate nel cloud.

Google Drive

Google Drive è il servizio cloud di Google a cui sono collegati direttamente tutti i suoi servizi di valore aggiunto che gli utenti sono soliti utilizzare come Gmail, per esempio. Google offre 15 GB gratuiti. Anche in questo caso è possibile estendere lo spazio mettendo mano al portafogli. Anche Google Drive permette di effettuare il backup automatico delle foto da dispositivo mobile per salvare sulla nuvola tutte le foto delle vacanze.

OneDrive

OneDrive è il servizio cloud di Microsoft profondamente integrato in Windows ma disponibile anche per iOS ed Android. Attualmente il servizio offre 5GB gratuitamente, sempre con la possibilità di aumentare lo spazio a pagamento. Nelle app di OneDrive è prevista la funzione di backup automatico delle foto. Anche OneDrive permette di creare album utilizzando le foto archiviate online per mettere maggiore ordine tra la moltitudine delle foto scattate e salvate.

Commenta e partecipa alle discussioni