QR code per la pagina originale

IA: Moodstocks è la nuova acquisizione di Google

La tecnologia per il riconoscimento delle immagini sviluppata dalla startup sarà integrata nei servizi e nei prodotti dell'ecosistema di Mountain View.

,

Il gruppo di Mountain View sta per portare a termine una nuova acquisizione, l’ennesima. Questa volta Google ha posato gli occhi su Moodstocks, una startup francese specializzata nello sviluppo di strumenti e software dedicati al riconoscimento delle immagini, che metterà le proprie competenze e la propria esperienza al servizio del team di bigG al lavoro sull’intelligenza artificiale.

L’annuncio arriva direttamente dal sito ufficiale della società acquisita, che però non fornisce alcuna informazione dettagliata in merito all’investimento economico messo sul piatto per portare a termine l’operazione, che andrà a concludersi definitivamente entro poche settimane. L’applicazione sviluppata da Moodstocks è particolarmente interessante poiché, al contrario di quanto fanno molte alternative attualmente disponibili, è in grado di identificare gli oggetti inquadrati con la fotocamera dello smartphone utilizzando esclusivamente la potenza di calcolo del processore interno al dispositivo, dunque senza affidarsi a soluzioni e piattaforme cloud esterne.

Oggi siamo felici di annunciare il raggiungimento di un accordo per unirci a Google, così da poter far crescere il nostro lavoro su scala globale. Ci aspettiamo che l’acquisizione sia completata entro le prossime settimane.

Screenshot per l'applicazione mobile di Moodstocks

Screenshot per l’applicazione mobile di Moodstocks

Il team della startup lavorerà nella sede parigina di bigG. Gli abbonati all’utilizzo dell’applicazione, disponibile per Android e iOS, potranno usufruire della propria sottoscrizione fino alla scadenza, dopodiché non sarà più possibile rinnovarla.

Il nostro focus, all’interno di Google, sarà sulla realizzazione di strumenti avanzati per il riconoscimento delle immagini. Gli attuali clienti di Moodstocks paganti saranno in grado di utilizzarlo fino al termine della loro sottoscrizione. Questo significa che il nostro servizio per il riconoscimento delle immagini verrà abbandonato presto, ma stiamo guardando avanti per offrirvi servizi ancora migliori come parte di Google.

Fonte: Moodstocks • Via: Engadget • Notizie su: ,
Commenta e partecipa alle discussioni